Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo

Diocesi di Alba ( sec. XIII; XVII; XIX )

Via Parrocchiale, 2 12050 Guarene (CN

La chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo è situata nel cuore del centro storico barocco della città e rappresenta una delle emergenze artistiche più antiche di Guarene. La chiesa sostituisce infatti l’originaria Pieve di San Pietro del 1293, ora scomparsa, che a sua volta ereditava la dignità da un’altra sede di culto intitolata a San Giovanni “de Villa”. Le funzioni di questo edificio passarono però gradualmente già nel XVI sec., a causa delle cattive condizioni di conservazione, all’oratorio di San Bartolomeo e nel 1597 ebbero avvio i lavori di edificazione della chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo.
Le visite pastorali del XVII e del XVIII sec. descrivono l’aula di forma rettangolare a tre navate con gli altari del Rosario, del Suffragio, di San Francesco e Sant’Antonio da Padova, di San Bovo e San Mauro, di Sant’Orsola e di Santa Maria del Carmelo, mentre nel 1699 viene eretto su commissione del conte Andrea Traiano Roero l’altare di San Giuseppe.
L'edificio attuale si deve in gran parte all'architetto Filippo Castelli (attivo anche nel Castello di Guarene), tra i primi in Italia ad aderire a precoci forme neoclassiche. Architetto dei Savoia Carignano e della Città di Torino, Castelli costruisce dal 1762 uno dei primi edifici neoclassici europei, la Cappella dell'Ospedale San Giovanni di Torino. La chiesa ha subito ulteriori sistemazioni nel 1823 e nel 1835. La decorazione ad affresco, opera dei pittori Lorenzo e Costantino Mossello di Montà, risale al XIX sec.
All’interno spiccano le tele di Santa Caterina di Alessandria di Giovanni Claret, la Madonna del Carmelo e l’Immacolata Concezione, San Bovo, San Rocco, San Luigi Gonzaga e San Sebastiano di autore anonimo.
Si conservano inoltre 29 ex voto datati tra il 1700 ed il 1899, realizzati prevalentemente su olio su tavola, su tela o su zinco.

Antiche testimonianze di devozione popolare

La chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo conserva alcune opere che sono espressione e simbolo dei culti e della devozione popolare.
Santa Caterina d’Alessandria ed il miracolo della ruota: opera di Giovanni Claret, datata 1640 ed originariamente collocata nella chiesa di San Michele di Guarene, rappresenta un antico culto della religione cristiana: Caterina, figlia del re d’Egitto, seppe fronteggiare le dissertazioni dei filosofi pagani convocati dall’imperatore romano, forse Massenzio, per confondere la fede dei cristiani e convertirli al paganesimo. La santa si rifiutò ed anzi convertì con la sua saggezza alcuni retori al cristianesimo. L’imperatore la condannò a morte sulla ruota dentata che fortuitamente si ruppe e fu così costretto a decapitarla. Interessante la presenza sulla tela dello stemma della famiglia Operti.
Immacolata Concezione, San Bovo, San Rocco, San Luigi Gonzaga e San Sebastiano: la visita pastorale Aiazza documenta nel 1597 la presenza di un altare dedicato a San Rocco nella chiesa di San Pietro e Bartolomeo. Nel 1634 il culto viene trasferito nella cappella dedicata alla SS. Trinità, San Rocco e San Sebastiano, posta al di fuori delle mura della città, e successivamente riportato nella parrocchiale San Pietro.
Madonna del Carmelo, Sant’Antonio da Padova, Sant’ Agnese, Sant’ Orsola e le sue compagne: stando alle visite pastorali risulta già presente nel XVII sec. nella vecchia chiesa parrocchiale un altare intitolato alla Madonna del Carmelo, poi dedicato a Sant’Orsola. La devozione alla Madonna rappresenta un antico culto cristiano: nel IX sec A.C. il profeta Elia, dimorando sul monte Carmelo, ebbe la visione della venuta della Vergine, che si alzava come una piccola nube dalla terra verso il monte, portando la pioggia e salvando Israele dalla siccità.

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

La chiesa è visitabile solo durante le celebrazioni

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Ven -
Sab 18:00
Dom 11:15

Info

cattedrale
Cattedrale di Alba
diocesi
Alba
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
Via Parrocchiale, 2 12050 Guarene (CN
tel
0173611128

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

CASA DI OSPITALITA’ RELIGIOSA”IL SEMINARIO”

PIAZZA VITTORIO VENETO 1, ALBA, 12051, CN

CASA PER FERIE

3669061492 / 3396267872 info@seminarioalba.it / prenotazioni@seminarioalba.it

Leggi tutto

CASA DIOCESANA ALTAVILLA

LOCALITA' ALTAVILLA 29, ALBA, 12051, CN

CASA PER FERIE

0173440686 c.diocesana.altavilla@ilramo.it

Leggi tutto

EX PARROCCHIALE SAN BOVO

LOCALITA' SAN BOVO 1, CASTINO, 12050, CN

Locali ex parrocchiali

3661964726 tomashlavaty@icloud.com / curia@alba.chiesacattolica.it

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl