Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Castello di Guarene - Cappella di Santa Teresa

Diocesi di Alba

Via Alessandro, 2 12050 Guarene (CN)

Il castello dei conti Roero, esempio di architettura barocca piemontese, domina la collina di Guarene. Esso fu costruito a partire dal 1726 per iniziativa del conte Carlo Giacinto Roero che, abbandonato il castello di Vezza, decise di ricostruire quello guarenese, radendo al suolo il maniero medievale munito di torri risalenti al 1200. Trasformato nella residenza estiva della famiglia, fu disegnato personalmente dal più noto della casata, il conte Carlo Giacinto, allievo di Filippo Juvarra, e concluso dal figlio Traiano Giuseppe che dal 1749, anno della morte del padre, subentra nel cantiere guarenese. La costruzione è imponente a tre piani, tocca i 25 metri di altezza ed è circondata da vasti ed eleganti giardini all’italiana, progettati nel 1740 dal giardiniere del vicino castello di Govone e dallo stesso conte.
All’interno si possono ammirare quindici sale con decorazioni e affreschi di pittori come Francesco Casoli, Giacomo Rappa, Bernardino Galliori e Giuseppe Palladino. Particolarmente pregevoli la copiosa biblioteca, le Stanze Cinesi, le tappezzerie provenienti dalla Compagnia delle Indie, la Stanza del Vescovo, lo Scalone, il Salone d’ingresso, la Sala da Pranzo e la Galleria. Con l’estinzione dei conti Roero, il castello fu ereditato dalla famiglia Provana di Collegno. Nel 2011 è passato a nuova proprietà ed è stato destinato a struttura ricettiva di alto livello, nell’assoluto rispetto del valore museale. Gli interventi di restauro conservativo e di adeguamento sono durati tre anni.
Il castello comprende anche la cappella patronale, situata in un angolo del giardino verso valle, eretta per volontà del conte Traiano Giuseppe Roero (1702-1781), figlio di Carlo Giacinto. Dedicata a Santa Teresa, è un edificio a pianta ellittica, disegnato dall’architetto Filippo Castelli di San Damiano, eretto nel 1778 tra maggio e ottobre. Secondo le testimonianze d’archivio vennero pagate 1000 lire al capomastro Pianarossa per le opere murarie e sembra che suscitasse molta ammirazione da parte dei visitatori. All’interno si trovano preziosi candelieri, carte-gloria, un crocifisso. Orna l’altare un dipinto dedicato a Santa Teresa posto entro una cornice ovale. Le opere in legno sono state realizzate per mano dello scultore Francesco Boselli nel 1778.

Figura di spicco della casata e personaggio centrale per la storia del castello è quella del conte Carlo Giacinto (1675-1749), nipote del vescovo Giuseppe Roero. Valente uomo d’armi, eclettico e dalle molteplici sfaccettature, Carlo Giacinto nacque a Torino nel 1675, primo di cinque figli. Attento ad ogni esperienza culturale, il conte era grande collezionista di libri preziosi, amante della musica, attivo nella vita teatrale torinese e esperto di architettura. Nel 1725 fondò a Torino la fabbrica di maioliche, da lui direttamente concepita e diretta.
Protettore di artisti e grande mecenate, il conte Roero fu impegnato sia sul fronte della ricostruzione del castello di Guarene, storica dimora delle famiglia, sia nel trasformare la chiesa ed il convento della chiesa della Maddalena di Alba, in qualità di procuratore delle monache albesi, coinvolgendo l’architetto Bernardo Vittone. Carlo Giacinto diedero impulso inoltre ad una fervente circolazione di artisti, contemporaneamente attivi su più cantieri: in particolare per la decorazione del coro della Maddalena si affidò alla bottega di Giacomo Rapa, impegnato anche presso il castello e la chiesa della Santissima Annunziata di Guarente, così come il pittore Antonio Milocco attivo nella chiesa della Maddalena, nella cattedrale di San Lorenzo e nella chiesa dell’Annunziata.

Approfondimenti
Lun-Ven chiuso
Sab-Dom 10:00 - 11:30 15:00 - 17:30

Le visite guidate al castello, cappella e giardini si tengono negli orari indicati tutto l'anno il sabato e la domenica su prenotazione (minimo quattro partecipanti).

Info

cattedrale
Cattedrale di Alba
diocesi
Alba
tipologia edificio
Cappelle gentilizie
indirizzo
Via Alessandro, 2 12050 Guarene (CN)
tel
0173/441332
mail
info@castellodiguarene.com
web
www.castellodiguarene.com

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
true

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

CASA DI OSPITALITA’ RELIGIOSA”IL SEMINARIO”

PIAZZA VITTORIO VENETO 1, ALBA, 12051, CN

CASA PER FERIE

3669061492 / 3396267872 info@seminarioalba.it / prenotazioni@seminarioalba.it

Leggi tutto

CASA DIOCESANA ALTAVILLA

LOCALITA' ALTAVILLA 29, ALBA, 12051, CN

CASA PER FERIE

0173440686 c.diocesana.altavilla@ilramo.it

Leggi tutto

EX PARROCCHIALE SAN BOVO

LOCALITA' SAN BOVO 1, CASTINO, 12050, CN

Locali ex parrocchiali

3661964726 tomashlavaty@icloud.com / curia@alba.chiesacattolica.it

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl