Logo-orizzontale

Guarene: luoghi di cultura tra arte e fede

L’itinerario permette di scoprire attraverso un percorso che si snoda nelle vie del centro storico le principali emergenze architettonico-artistiche, religiose e civiche, di Guarene. Punto di partenza della visita è la chiesa della Santissima Annunziata, eccellente esempio di architettura barocca piemontese, progettata da Francesco Rachis conte di Carpeneto, per proseguire con la confraternita di San Michele, l’edificio religioso più antico del paese, già documento nel 1379. Segue la Pinacoteca Comunale del Roero situata in Casa Casavecchia, regolarmente visitabile il sabato e la domenica, che raccoglie le opere degli artisti più rappresentativi dell’arte contemporanea piemontese e la chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Bartolomeo, che conserva pregevoli opere d’arte tra cui una copia ottocentesca della Deposizione di Gaudezio Ferrari. La visita si conclude con il castello dei conti Roero e la cappella di Santa Teresa, progettata dall’architetto Filippo Castelli di San Damiano. Da quest’ultimo, collocato in posizione dominante, è possibile ammirare un’ampia veduta sulle colline del Roero.
Il percorso permette inoltre di apprezzare il paramuro, un corridoio che divideva le case dalle mura vere e proprie che cingevano l’abitato guarenese in epoca medievale, utile anche con funzione di protezione per contrastare le frane del terreno, e l’itinerario “Porcellane d’artista” una serie di ceramiche apposte nelle vie del centro storico e nelle frazioni sulle quali sono state trasposte per serigrafia opere realizzate da artisti legati al territorio.

Piazza Roma, 12050, Guarene (CN)

La chiesa attuale fu costruita tra il 1699 e il 1738 su progetto dell’architetto Francesco Rachis, conte di Carpeneto, sul sito di un edificio di culto più antico, situato fuori le mura, che aveva subito nel corso dei secoli varie trasformazioni per adeguarsi al mutare delle esigenze della popolazione.
Ora si presenta come un elegante edificio di grandi dimensioni a pianta centrale a croce greca, coperta da volta a cupola, con due ampie cappelle laterali. Sia l’interno sia l’esterno, rimaneggiati nel Settecento, sono caratterizzati dalle tipiche forme dell’architettura barocca. Di grande effetto scenografico è il complesso apparato pittorico ad affresco che orna interamente le pareti, le vele e la cupola della chiesa.

Nei dintorni

chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo, Pinacoteca Comunale del Roero, castello e cappella di Santa Teresa

Via Parrocchiale, 2 12050 Guarene (CN)

La chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo è situata nel cuore del centro storico barocco della città e rappresenta una delle emergenze artistiche più antiche di Guarene. La chiesa sostituisce infatti l’originaria Pieve di San Pietro del 1293, ora scomparsa, che a sua volta ereditava la dignità da un’altra sede di culto intitolata a San Giovanni “de Villa”. Le funzioni di questo edificio passarono però gradualmente già nel XVI sec., a causa delle cattive condizioni di conservazione, all’oratorio di San Bartolomeo e nel 1597 ebbero avvio i lavori di edificazione della chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo.

Nei dintorni

Chiesa della Santissima Annunziata, Pinacoteca Comunale del Roero, castello e cappella di Santa Teresa

Via Alessandro Roero, 2 12050 Guarene (CN)

Il castello dei conti Roero, esempio di architettura barocca piemontese, domina la collina di Guarene. Esso fu costruito a partire dal 1726 per iniziativa del conte Carlo Giacinto Roero che, abbandonato il castello di Vezza, decise di ricostruire quello guarenese, radendo al suolo il maniero medievale munito di torri risalenti al 1200. Trasformato nella residenza estiva della famiglia, fu disegnato personalmente dal più noto della casata, il conte Carlo Giacinto, allievo di Filippo Juvarra, e concluso dal figlio Traiano Giuseppe che dal 1749, anno della morte del padre, subentra nel cantiere guarenese. Il castello comprende anche la cappella patronale, situata in un angolo del giardino verso valle, eretta per volontà del conte Traiano Giuseppe Roero (1702-1781), figlio di Carlo Giacinto.

Nei dintorni

Chiesa della Santissima Annunziata, chiesa dei Santi Pietro e Bartolomeo, Pinacoteca Comunale del Roero

© 2013 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl