Logo-orizzontale

I Serra da Pinerolo: pittori itineranti nella seconda metà del Quattrocento

L’itinerario propone la valorizzazione degli interventi pittorici, ancora visitabili in loco, realizzati dai membri della famiglia Serra, pittori provenienti da Pinerolo. I principali rappresentanti, Matteo, Bartolomeo e Sebastiano Serra, sono protagonisti della stagione pittorica nella seconda metà del Quattrocento in un’area geografica piuttosto ampia e dinamica che si estendeva nelle regioni storiche del Pinerolese, Valle Susa, Delfinato, Savoia e Canavese.
La bottega opera per tre generazioni, prima con Matteo, documentato tra il 1443 e il 1468, poi con Bartolomeo, attestato dal 1482, e poi con Sebastiano, a partire dal 1497.
I Serra sono artefici di una pittura gotica che sintetizza la delicatezza del pittore e miniatore, autore anche di vetrate e ricami, il borgognone Antoine de Lohny, insieme alle lezioni del realismo gotico di Giacomo Jaquerio. Non mancano però le influenze dei liguri Biasacci e del pinerolese Giovanni Canavesio, e le attenzioni rivolte ai dettagli ottici e ai modelli della pittura fiamminga.
Le primissime attestazioni della bottega Serra non si sono conservate, come ad esempio la pala d’altare commissionata nel 1466 a Bartolomeo Serra per l’altare maggiore della chiesa dell’Assunta di Bussoleno, oggi nota solo grazie a un documento. L’anno seguente, nel 1467 Bartolomeo Serra e bottega eseguono un affresco, ancora oggi visibile, che rappresenta l’Annunciazione in una cappella nella chiesa di San Domenico a Pinerolo. Di poco successivi sono gli affreschi nella chiesa di San Pietro ad Avigliana, come indica la data 1469 apposta all’affresco della Pietà. A partire da queste date si susseguono gli interventi della famiglia di pittori in un’area geografica molto ampia.

Strada Santa Lucia, 4, 10064, Pinerolo, TO

La cappella di Santa Lucia è posta appena fuori dal centro abitato di Pinerolo, circondata da vigneti. Al suo interno conserva una serie di affreschi realizzati nel XV secolo da Bartolomeo Serra e dalla sua bottega. Già nell’Ottocento il sacello veniva definito “Cappella pubblica delle Vigne” ed era sotto la cura dei proprietari delle vigne dei dintorni, devoti a Santa Lucia, protettrice, secondo un particolare culto proveniente dall’Oltralpe, dei vignaioli e dei raccolti.

Via San Maurizio 10077, San Maurizio Canavese, TO

La chiesa plebana di San Maurizio Canavese viene fondata nell’XI secolo ma viene già riplasmata nel XII usando materiali di recupero, anche di epoca romana. L’edificio si presenta nel complesso con un assetto romanico, anche se diversi sono stati gli interventi nei secoli. All’interno, le pareti della chiesa ospitano frammenti di affreschi realizzati tra il XV e il XVI secolo da pittori dell’ambito di Giacomo Jaquerio e dipinti di Sei e Settecento. Sulla parete sinistra della navata centrale della chiesa, di fronte al pulpito si squadernano gli episodi della Vita di Cristo realizzati dai pittori pinerolesi Bartolomeo e Sebastiano Serra nel 1495.

Via S. Pietro, 19, 10051 Avigliana, TO

La chiesa di San Pietro ad Avigliana è un edificio di impianto romanico che ha subito diversi rimaneggiamenti tra Tre e Quattrocento. All’interno si conservano simboli e scritte a monocromo rosso su sfondo bianco risalenti all’XI secolo e frammenti di figure di Apostoli del secolo successivo. Ulteriori campagne decorative hanno interessato l’edificio fino alla fine del XV secolo, quando la bottega pinerolese dei Serra viene impegnata nella decorazione pittorica della seconda cappella di sinistra: sulle pareti e sulle vele della volta si dipanano gli episodi della Storia di San Giuseppe, mentre sui restanti lati del sacello si riconoscono le Storie della Maddalena. A Bartolomeo Serra è inoltre stata attribuita la Pietà affrescata nella navata destra e datata 1469.

Via Umberto I, 34, 10051, Avigliana (TO)

Costruita a inizio del Trecento all’interno dell’allora Borgo Nuovo, San Giovanni assunse il ruolo di chiesa parrocchiale, sostituendosi a quella di San Pietro, a partire dal 1320. Qui si conservano numerosi dipinti di Defendente Ferrari, protagonista del rinascimento piemontese, e la Pala di Sant’Orsola dell’allievo di Gerolamo Giovenone. Dei pittori Serra sono gli affreschi datati alla fine del XV secolo nei pressi dell’edicola del Maestro di San Vito e raffiguranti la Visitazione con Sant’Anna e un Santo Cavaliere, la Madonna con il Bambino e San Bernardino da Siena, la Maddalena, Santa Caterina e Sant’Agata.

via San Bartolomeo, 10051, Avigliana (TO)

La piccola chiesa di San Bartolomeo si trova nei pressi del lago piccolo di Avigliana, un tempo chiamato lago di San Bartolomeo. All’interno della chiesa si conserva parte di un ciclo pittorico dedicato alla vita del santo e realizzato da Bartolomeo Serra e bottega nella seconda metà del XV secolo. È però probabile che tutte le pareti del sacello fossero un tempo affrescate.

via San Sebastiano, 38, 10094 Giaveno (TO)

La piccola cappella di San Sebastiano a Giaveno ospita nella parte absidale un’importante testimonianza della produzione pittorica dei Serra, eseguita tra il 1470 e il 1480, e una Madonna con il Bambino ispirata allo stile di Antoine de Lohny.

Piazza San Giusto, 6, 10059 Susa (TO)

La Cattedrale di San Giusto viene consacrata nel 1207 e diventa cattedrale nel 1772. La decorazione attuale dell’edificio risale a metà Ottocento. Dei pittori Bartolomeo e Sebastiano Serra è l’affresco sulla lunetta dell’Entrata di Cristo a Gerusalemme.

Piazza San Francesco 4, 10059 Susa (TO)

La chiesa e l'ex convento di San Francesco, edificati a partire dal secondo quarto del Duecento, furono fondati, secondo una leggenda, dallo stesso Francesco d’Assisi. L’interno è decorato in stile neogotico e conserva tracce della decorazione più antica

Frazione S.Stefano 35, 10050 Giaglione (TO)

La cappella di Santo Stefano è un piccolo edificio costruito probabilmente nel XIII secolo. All’esterno, sulla parete rivolta a nord, si trovano Le Virtù e la Cavalcata dei Vizi, affresco realizzato dai pittori Serra, tra il 1483 e il 1490.

fraz. Jouvenceaux, 10050 Sauze d'Oulx (TO)

La cappella si trova nel cuore dell’abitato di Jouvenceaux. Tra il 1480 e il 1490, i pittori Serra affrescano un imponente Giudizio Universale in facciata e altre scene sacre, con Sant’Antonio, San Michele e San Cristoforo, sulla parete nord.

loc. Pian del Colle, 10052 Bardonecchia (TO)

La cappella di San Sisto è edificata nella seconda metà del XV secolo. In facciata si trova l’affresco del Giudizio Universale realizzato dal maestro di Savoulx. I pittori Serra, invece, nel 1475, affrescano l’interno della cappella le Storie di S. Sisto.

145 Rue des Rochers (Lanslevillard) 73480 Val-Cenis -Haute Maurienne

La cappella di San Sebastiano viene costruita intorno al 1466 sopra il paese di Lanslevillard, L’esterno è piuttosto austero, ma all’interno si conservano due importanti cicli di affreschi, che si sviluppano per 132 m2, realizzati dai pittori Serra.

La piccola cappella dedicata a San Sebastiano a Pianezza è un edificio a pianta quadrata. L’interno è completamente affrescato e sulla volta si trovano le Storie di San Sebastiano realizzate dai pittori Serra negli ultimi anni del Quattrocento.

© 2013 2022 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl - Informativa privacy