Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di Santa Croce

Diocesi di Torino ( sec. XVII; XVIII )

Via Rolle, 1 12030 Marene (CN)

La costruzione della chiesa si riconduce alla prima metà del XV secolo per volontà della Compagnia dei Disciplinati, detti anche Battuti Bianchi. Tuttavia già nel XIII secolo si attesta l’esistenza di una Confratria de Marenis et Sancti Spiritus verso cui il Comune di Savigliano mostra interesse. Nel 1449 la confraternita riceve autorizzazione alla costruzione di un edificio idoneo alle celebrazioni sacre cui è annesso un locale in cui dare accoglienza ai bisognosi, mentre nel 1455 la sua importanza e le preerogative ad essa collegate sono riconosciute da papa Callisto III.
La rilevanza di Santa Croce si evince anche dal fatto che dal XVI al XVIII secolo, a causa delle pessime condizioni di conservazione della parrocchiale di cui tra il 1732 ed il 1741 ne sostituisce le funzioni, è stata il principale luogo di culto di Marene.
Nel corso del XVII secolo la chiesa è oggetto di importanti interventi di restauro e di decorazione degli interni tutt’oggi visibili.
Varcata la soglia d’ingresso, si svela uno scrigno di modeste dimensioni che contiene opere d’arte di pregio, segno di una committenza di elevato rango sociale. L’aula ospita tre altari, il maggiore ornato dalla pala della Crocifissione del pittore fiammingo Jean Claret (1656) appesa in alto alla parete absidale, e due laterali.
Quello sinistro è dedicato a San Filippo Neri ed è impreziosito da una tela che raffigura il Santo racchiuso in un ovale; quello destro invece è intitolato alla Santissima Trinità e dal 1660 vede aggregate la compagnia omonima e quella della Madonna del Rimedio o della Mercede che svolgevano, come è raffigurato nella predella della pala d’altare, la funzione di redimere gli schiavi.
Dal 2010 la chiesa ospita inoltre la Decollazione di san Giovanni Battista, anch’essa opera di Claret, proveniente dalla confraternita dei Battuti Neri.

La devozione nei confronti della chiesa di Santa Croce è un aspetto molto sentito dai marenesi che nei secoli hanno testimoniato il loro affetto con la donazione di questue, collette di grano e segni di ringraziamento tramite numerosi ex-voto.
L’importanza della confraternita dei Battuti Bianchi non è data unicamente dalle funzioni spirituali e religiose, ma anche dagli scopi assistenziali e caritatevoli come l’assistenza degli infermi, degli orfani e dei trovatelli, l’accompagnamento ai funerali, l’attenzione ai poveri e al servizio verso i sacerdoti, cui non è mai venuta meno.

Secondo la tradizione, la chiesa conserva un frammento di legno appartenente alla croce di Cristo, donato alla confraternita nel 1761 da Bartolomeo Turchi.
La reliquia è sempre stata oggetto di grande venerazione da parte di tutta la popolazione di Marene, tanto che venne istituita per tutti i venerdì del mese di marzo l’usanza della benedizione con la stessa. Questo rito, insieme a quello del bacio del reliquiario, si svolgeva, secondo il vecchio calendario liturgico, la domenica vicina al 3 maggio, festa dell'Invenzione della Santa Croce; nel nuovo calendario la solennità è stata spostata al 14 settembre, unificando la festa dell’Invenzione della Santa Croce con quella dell'Esaltazione della Santa Croce.

Tutt’oggi la chiesa continua ad essere un punto di riferimento per la religiosità in Marene: in particolare il lunedì di Pasqua ha luogo la processione in cui viene portata per le vie del paese la statua del Cristo Risorto. Il rito, oggi semplificato, prevedeva un tempo il corteo di cittadini vestito in costume e venivano portate a spalle le statue dell’Angelo Custode e di Sant’Elena che sono parte del gruppo processionale.
Sono festeggiate con particolare solennità la festa della Santissima Trinità e la ricorrenza della Madonna della Mercede (24 settembre).

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom 08:00 - 19:00

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Mar -
Mer 17:30
Gio 20:30
Ven 17:30
Sab-Dom -

Info

cattedrale
Cattedrale di Torino
diocesi
Torino
tipologia edificio
Confraternite
indirizzo
Via Rolle, 1 12030 Marene (CN)
tel
0173.743936
cel
331.9667514
mail
bibliotecamarene@gmail.com
web
www.igioiellidimarene.com

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
true
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

MONASTERO SS.MA ANNUNZIATA

VIA DELL’ANNUNZIATA 1 30, FOSSANO, 12045, CN

FORESTERIA PER RITIRI SPIRITUALI

017260879 benedettinefossano@alice.it

Leggi tutto

B&B CASALE

CORSO REGINA ELENA 1, RACCONIGI, 12035, TO

Bed & Breakfast

017286479 / 3488823238 giulianna@bbcasale.com

Leggi tutto

CASA MARIA REGINA – CASA PER FERIE DI MASSANO ANDREINA

VIA GRISELDA 37/38, SALUZZO, 12037, CN

CASA PER FERIE

3477786507 andreina.massano@gmail.com

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl