Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa della Misericordia

Diocesi di Torino ( sec. XVII )

Via Viberti,12 12030 Cavallermaggiore (CN)

La chiesa della Misericordia, intitolata a San Giovanni Battista, detta più comunemente “Battuti Neri”, risale al 1654. A questa data i confratelli, radunate le risorse economiche necessarie, decisero di commissionare all’architetto Castelli la costruzione di un edificio che risulta concluso nel 1719, in sostituzione del più antico oratorio, sito nei pressi di Palazzo Acaja di Cavallermaggiore.
Nel 1766 decisero poi di erigere una facciata a completamento dell’esterno della chiesa. Il progetto dell’architetto Castelli non si potè realizzare e fu quindi preso in considerazione e realizzato quello presentato dall’architetto Vaj di Savigliano.
La chiesa, oltre ad una serie di preziosi dipinti, vanta un significativo patrimonio di statue processionali: un Cristo Risorto, un Angelo Custode e un angelo che porta la testa del Battista, a firma di Carlo Giuseppe Plura; una statua di Sant’Elena di Stefano Maria Clemente e alcuni grandi telai per l’apparato della Settimana Santa opera dei Fratelli Poggi e del Gobbi.

La confraternita della Misericordia, detta dei “Battuti Neri” fu fondata nel 1490 allo scopo di soccorrere i prigionieri, assistere al supplizio i condannati a morte e dar loro sepoltura.
E’ divisa in due sezioni: maschile e femminile.
In occasione delle processioni o delle cerimonie ufficiali gli uomini vestono un camice nero con cintura di cuoio e cappuccio, mentre le donne una veste di sacco con pazienza nera.
Sono aggregati all’ordine di Sant’Agostino ed alla Misericordia di Roma, e portano la cintura di Santa Monica.
I Confratelli si sono distinti nel corso dei secoli per la loro pietà, zelo e carità al punto da essere stimati oltre che da tutta la cittadinanza anche dai sovrani di Casa Savoia, tanto che Carlo Emanuele I nel 1621 concesse loro il beneficio di liberare ogni anno un bandito. Tale privilegio fu confermato anche da Cristina di Francia nel 1645.
Nel corso degli ultimi secoli la Confraternita ha perso una parte delle antiche funzioni per le quali fu fondata. Nello Statuto redatto nel 1992, e approvato dal Cardinale Giovanni Saldarini, arcivescovo di Torino, rimangono però sempre vivi gli scopi legati alle opere di Misericordia che contraddistinguono l’agire dei Battuti Neri.

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

La confraternita è visitabile su appuntamento

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Info

cattedrale
Cattedrale di Torino
diocesi
Torino
tipologia edificio
Confraternite
indirizzo
Via Viberti,12 12030 Cavallermaggiore (CN)
tel
0172.381265
cel
349.3538860
mail
fam.rosso@email.it

Servizi

accessibilità
parziale
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

B&B CASALE

CORSO REGINA ELENA 1, RACCONIGI, 12035, TO

Bed & Breakfast

017286479 / 3488823238 giulianna@bbcasale.com

Leggi tutto

CASA MARIA REGINA – CASA PER FERIE DI MASSANO ANDREINA

VIA GRISELDA 37/38, SALUZZO, 12037, CN

CASA PER FERIE

3477786507 andreina.massano@gmail.com

Leggi tutto

MONASTERO SS.MA ANNUNZIATA

VIA DELL’ANNUNZIATA 1 30, FOSSANO, 12045, CN

FORESTERIA PER RITIRI SPIRITUALI

017260879 benedettinefossano@alice.it

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl