Logo-orizzontale

Sacro Monte di Crea

Diocesi di Casale Monferrato ( sec. XVI; XIX )

Il Sacro Monte di Crea è situato su una delle più alte colline del Monferrato, nei pressi di Serralunga di Crea, si tratta di un complesso di grande valore artistico e religioso, la cui costruzione ebbe inizio nel 1590.

Read all

Sacro Monte di Domodossola

Diocesi di Novara ( sec. XVII; XIX )

Il percorso del Sacro Monte del Calvario prevede una processionale che partendo dai piedi del colle della Mattarella permette di raggiungere il santuario del Santissimo Crocifisso.

Read all

San Giacomo Maggiore

Diocesi di Novara ( sec. XVII; XVIII; XIX )

La costruzione secondo il progetto modificato da Juvarra iniziò nel 1720 e terminò nel 1732; il 28 luglio 1760 la chiesa venne consacrata dal vescovo Marco Aurelio Balbis Bertone.

Read all

San Maurizio

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII; XVIII )

La chiesa è uno degli esempi più interessanti di interno barocco del Cusio.

Read all

San Rocco

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII; XVIII )

Chiesa a tre navate costruita tra il 1560 e il 1580 sul luogo di una preesistente cappella.

Read all

San Rocco

Diocesi di Novara ( sec. XVII; XVIII; XIX )

La chiesa parrocchiale di San Rocco a Miasino rappresenta uno degli edifici più interessanti dell’arte barocca cusiana.

Read all

Santa Maria di Castello (Alessandria)

Diocesi di Alessandria ( sec. XII; XV; XIX )

La chiesa gotico-rinascimentale di Santa Maria di Castello nasce in epoca medievale come edificio “infra castrum”, in posizione centrale nella città precomunale e da sempre le si riconosce antichità e importanza.

Read all

Santa Maria di Loreto

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII; XVIII )

La chiesa è un esempio di committenza Borromeo e si configura come un singolare riproduzione della Santa Casa di Loreto.

Read all

Santi Gervaso e Protaso

Diocesi di Novara ( sec. X; XII; IX )

La Chiesa parrocchiale dei Santi Gervaso e Protaso (o Gervasio e Protasio) rappresenta, con il vicino battistero, uno dei monumenti più significativi del Lago Maggiore. .

Read all

Santissima Pietà (Castellazzo B.da)

Diocesi di Alessandria ( sec. XIII; XVI )

Il primo nucleo dell’Oratorio della SS. Pietà in Castellazzo B.da risale al 1298. L’edificio custodisce otto statue policrome, raffiguranti il Compianto del Cristo morto, risalenti al XV secolo.

Read all

Santissima Trinità

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII; XIX )

Risale al 1598 la consacrazione solenne della chiesa della SS. Trinità detta del Monserrato. Nei secoli l'edificio è stato oggetto vari rifacimenti. La facciata è opera dell'arch. Paolo Gaudenzio Rivolta (1818-1873). Ricco l'interno di opere d'arte.

Read all

Lamentation Sculptures

La_scultura_dei_compianti

The Lamentation of the Dead Christ is a recurring subject in art, especially from the Late Middle Ages and Renaissance. An admirable version was produced by Giotto for the Scrovegni Chapel in Padua but this type of iconography achieved its best effects in sculpture. Artists working in stone, wood and terracotta were able to confer realistic effects on the statuary using polychrome decoration. A group by Niccolo dell’Arca (Bologna) and another by Mazzoni (Naples) are well known, while in Piedmont it is worth remembering the Moncalieri Lamentation of Santa Maria della Scala and the group from Santa Maria Maggiore’s Assunta church in Val Vigezzo (now found in Turin’s Museo Civico). The Assunta opus, now on display in Turin’s Museo Civico, is in painted poplar and thought to have been made by Domenico Merzagora in the late 15th–early 16th century.

Filter results

clear

© 2013 2021 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl - Informativa privacy