Logo-orizzontale
Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Cappella di San Pancrazio

Diocesi di Susa ( sec. XV; XIX )

San Pancrazio, 10040, Villar Dora (TO)

La cappella di San Pancrazio sorge presso la borgata Andruini, in un’area boscosa al confine tra i comuni di Villar Dora e Caprie, dove forse sorgeva un preesistente luogo di culto pre-cristiano. Non vi sono dati relativi alla costruzione dell’edificio, tuttavia la sua struttura è assimilabile a quella di altre cappelle edificate in bassa Valle di Susa tra fine XIV e XV secolo. La cappella conserva nell’area absidale un ampio ciclo affrescato restaurato nel 2005; la presenza in due punti del blasone della famiglia Provana consente di assegnare a tale casato la committenza dell’opera e di fissare la sua realizzazione dopo il 1418.
La cappella presenta oggi un corpo avanzato a pianta rettangolare, innestato su una retrostante edicola absidale che costituisce il nucleo più antico dell’edificio. Esternamente il prospetto principale è rivestito da una semplice intonacatura bianca ed è percorso a metà altezza da una cornice modanata. Il prospetto superiore, bucato da un oculo, presenta tre riquadri affrescati ora scarsamente leggibili. All’interno l’aula di preghiera è sormontata da una volta a botte a sesto ribassato. Finte cornici in rosa pastello ornano le pareti bianche e la volta, al cui centro campeggia una Madonna col Bambino databile al XIX secolo. L’area absidale presenta, sull’arco trionfale, un’Annunciazione, mentre sulla parete di fondo si scorgono tre riquadri nei quali sono raffigurati San Pancrazio, la Madonna in trono col Bambino, San Giovanni Evangelista. Le quattro figure si stagliano su un fondo definito da una fascia rossa in basso e da un cielo blu in alto, punteggiato di stelle bianche nel riquadro raffigurante la Vergine col Bambino. Il trittico della parete di fondo è separato dalle restanti scene da un fregio a volute vegetali. Sulla volta è presente un motivo a finto tessuto damascato, mentre ai lati si dipana una frammentaria teoria di santi. Sono ad oggi visibili, su uno sfondo a finto arazzo, San Bernardo d’Aosta, Sant’Antonio Abate, San Michele Arcangelo, San Bernardino da Siena, un santo vescovo (S. Giovanni Vincenzo o S. Martino di Tours), San Rocco e San Valeriano. La critica ha attribuito il ciclo ad un anonimo maestro piemontese attivo nella seconda metà del Quattrocento, dotato di una buona padronanza delle tecnica e di un tratto netto e caratterizzante.

Come per le cappelle di San Lorenzo a San Giorio di Susa e Sant’Andrea a Ramats, la cappella di San Pancrazio a Villar Dora presenta un’aula di preghiera più recente addossata ad un nucleo più antico, ora utilizzato come abside e forse un tempo aperto sul lato anteriore. La cappella è officiata in occasione della festa patronale.

Approfondimenti
Lun-Sab chiuso
Dom 10:00 - 18:00

Aperta la prima domenica di settembre in occasione della festa patronale. Aperto su richiesta nei restanti periodi dell’anno.

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Info

cattedrale
Cattedrale di Susa
diocesi
Susa
tipologia edificio
Antiche cappelle
indirizzo
San Pancrazio, 10040, Villar Dora (TO)
tel
011/9350231
mail
protocollo@comune.villardora.to.it
web
www.comune.villardora.to.i

Servizi

accessibilità
no
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 2017 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl