Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Cattedrale di San Giovenale

Diocesi di Fossano ( sec. XVIII )

Via Roma, 12045 Fossano Provincia di Cuneo, Italia ‎

La cattedrale di Fossano dedicata a Santa Maria e San Giovenale venne costruita negli ultimi decenni del XVIII secolo, seguendo il progetto dell’architetto Mario Ludovico Quarini, sulla precedente collegiata di Santa Maria e di San Giovenale, che risaliva al XIII secolo.
Consacrata il 25 settembre 1791, si caratterizza per l'imponente facciata neoclassica solcata da colonne corinzie. L'interno della Cattedrale, a croce latina con cupola e cappelle laterali, segue il progetto di Quarini mentre la decorazione è ottocentesca.
Vi sono dieci cappelle al suo interno, e quattro di queste (le due nel transetto e le due mediane ai lati delle navate minori) sono disegnate in modo da apparire più importanti delle altre. L'impianto proposto da Quarini per Fossano, ha alcuni elementi in comune con il secondo progetto di Alfieri per il Duomo di Torino. Quarini si è ispirato inoltre ai progetti di Bernardo Vittone per chiese a croce latina.
L’attuale edificio ospita al suo interno opere di artisti come il Claret e il Boetto ed affreschi ottocenteschi di Luigi Hartman, Davide Ortori, Emilio Morgari e Domenico Mossello. E’ presente inoltre un significativo reliquiario di San Giovenale, patrono della città. Il campanile ha invece origini quattrocentesche e venne modificato nel Seicento su disegno del Boetto con l’aggiunta di una cuspide ottagonale particolarmente raffinata.
Durante gli ultimi lavori di restauro, sono state portate alla luce diverse le fasi costruttive del principale edificio di culto cittadino, fasi di cui fino ad oggi esistevano solo testimonianze scritte o iconografiche. Prima della chiesa attuale, esisteva infatti una collegiata costruita nel Quattrocento e ampliata nei primi anni del Seicento di cui oggi esternamente resta visibile solo la torre campanaria del Boetto, mentre molti degli arredi originali sono custoditi all’interno delle sacrestie. Gli scavi hanno evidenziato diversi elementi architettonici della collegiata quattrocentesca, tra cui i muri divisori fra le navate, l’abside quadrangolare, il perimetro dell’antica sacrestia e dell’annesso cimitero. I ritrovamenti hanno inoltre confermato l’esistenza di una primitiva collegiata tardoromanica, risalente all’epoca dell’arrivo in città delle reliquie di San Giovenale (1279): di tale chiesa, molto più piccola, ma già dotata di tre navate aventi lo stesso orientamento di quelle attuali, è subito riemersa un’interessante abside semicircolare che presumibilmente terminava la navata centrale.

S. Giovenale, di origine africana (320 c.), primo Vescovo di Narni (369), è particolarmente legato alla città di Fossano fin dalla sua fondazione. Secondo la tradizione, le Reliquie del Santo Vescovo furono trafugate, verso il 1100, in Narni, da un Canonico di Tolosa, ammirato per i prodigi che avvenivano presso il suo sepolcro. Durante il viaggio fu costretto a sostare presso la Chiesetta della Madonna dei Campi, in regione Fraschea, poco distante dal luogo dove sorgerà Fossano. Lo colse la morte e il suo corpo fu sepolto, con il cofanetto delle Reliquie, nella Chiesetta stessa. Un miracolo (a. 1220 c.) ne rivelò la presenza, e i Canonici di Romanisio (attuale Gerbo) le trasportarono solennemente nella loro Collegiata. Distrutto il Borgo Romanisio (1279), gli abitanti si trasferirono a Fossano, portando con sé le sacre Reliquie che collocarono nella Chiesa di S. Maria di Piazza, in seguito demolita (1779) per erigere l'attuale maestosa Cattedrale.
Attorno a questa figura fiorì una viva devozione ispirata da profonda fede. I Fossanesi, in diverse calamitose circostanze, ne sperimentarono la potente intercessione: ne fanno fede i preziosi reliquiari e la lampada votiva, offerta quest'ultima dal Comune di Fossano nel 1835 per lo scampato flagello del colera. La comunità fossanese festeggia il suo Santo Patrono nella prima domenica di maggio. Nei secoli passati, moltitudini di fedeli si riversavano dal Piemonte, Liguria, Lombardia a Fossano per onorare S. Giovenale.
Un altro Beato legato alla costruzione del Duomo di Fossano è il Beato Oddino Barotti, che nacque a Fossano e chiamato a ricoprire l'incarico di prevosto della collegiata di Santa Maria e San Giovenale, si accinse ad una sistemazione della chiesa collegiata e dell'adiacente massiccio campanile che, benché rimaneggiato nel '600, è ancora quello che tuttora si vede di fianco alla bella costruzione neoclassica, progettata dal Quarini sul finire del '700.

Link esterni
Approfondimenti
La Cappella dedicata a San Giovenale

La Cappella dedicata a San Giovenale, nel vecchio edificio del Duomo di Fossano, ora non più esistente.

Il Beato Oddino Barotto

Il Beato Oddino Barotto, fossanese

Lun 08:00 - 09:00
Mar-Dom chiuso

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Ven 07:30 08:30 18:30
Sab -
Dom 08:00 10:30 11:45 18:00

Info

cattedrale
Cattedrale di Fossano
diocesi
Fossano
tipologia edificio
Cattedrali
indirizzo
Via Roma, 12045 Fossano Provincia di Cuneo, Italia ‎
tel
0172/61345

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 2017 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl