Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di Santo Spirito

Diocesi di Vercelli ( sec. XVI; XVII )

via dante, 13100, vercelli, vc

A pochi passi dal centro storico e dalle importanti chiese di San Salvatore e San Vittore, si trova la chiesa di Santo Spirito caratterizzata dall'elegante facciata. All'interno l'impianto è piuttosto semplice:aula unica con quattro cappelle che si aprono ai lati. Numerosi però sono gli artisti che partecipano alla decorazione di questa chiesa, uno fra tutti Pier Francesco Guala, pittore casalese molto attivo in Piemonte e Liguria che arriverà a Vercelli nel quinto decennio del 700. Negli altari laterali lascia: “San Gregorio mentre invoca la cessazione della pestilenza”, “San Gregorio detta a San Pietro Levita”, “Il transito di San Giuseppe”, e infine “La Messa di San Gregorio”. Sono tutte opere della maturità del pittore e dimostrano una salda composizione, attenuata dal morbido modellato delle carni e dei colori; nell’opera del Guala giungono sempre ad un alto livello d’arte i volti dei vecchi santi e quelli di angeli e putti caratterizzati da un eterna freschezza. L’altare maggiore è decorato con una “Pentecoste” di Raffaele Giovenone, opera precedente del 1596, e che dimostra forti echi gaudenziani seppur in maniera più rigida.
La chiesa conserva ancora la “macchina” di Cristo fra i carnefici appartenuta alla confraternita e ritenuta per molto tempo la più antica, visto il suo carattere lievemente grezzo. In realtà recenti ricerche hanno dimostrato che è successiva almeno di 50 anni rispetto alle altre macchine cittadine ma è anche tra le poche di cui si conosce l’autore; ossia lo scultore Pietro Antonio Serpentiere.
Infine meritano un accenno anche gli ambienti della sacrestia, sempre di manifattura settecentesca, affrescati dal Guala con angeli che adorano lo Spirito Santo e che rappresentano uno dei più graziosi e riusciti affreschi della sua maturità (1744) per prospettiva colore e perfezione dei movimenti. La porta che conduceva dalla sacrestia doveva essere squisitamente barocca purtroppo venduta nel secondo quarto del XX secolo al Comune insieme alle canne dell’organo per risanare i debiti e far fronte alle spese della Confraternita.

La confraternita nei primi tempi era intitolata a San Gregorio Magno patrono dell'oratorio che il vescovo monsignor Bonomi assegnò alla nuova confraternita i cui membri indossavano una cappa azzurra. Ottenuta l'aggregazione da parte dell'Arciospedale Santo Spirito in Roma la confraternita mutò il nome in Santo Spirito addottando nello stesso tempo la cappa rossa. Grande rimase comunque il culto di San Gregorio come dimostrano le opere del Guala o del Sezzano dedicate a San Gregorio.
Il Santo nacque verso il 540 dalla famiglia senatoriale degli Anici e alla morte del padre Gordiano, fu eletto, molto giovane, prefetto di Roma. Divenne poi monaco e abate del monastero di Sant'Andrea sul Celio. Eletto Papa, ricevette l'ordinazione episcopale il 3 settembre 590. Nonostante la malferma salute, esplicò una multiforme e intensa attività nel governo della Chiesa, nella sollecitudine caritativa, nell'azione missionaria. Autore e legislatore nel campo della liturgia e del canto sacro, elaborò un Sacramentario che porta il suo nome e costituisce il nucleo fondamentale del Messale Romano. Lasciò scritti di carattere pastorale, morale, omiletico e spirituale, che formarono intere generazioni cristiane specialmente nel Medio Evo. Morì il 12 marzo 604. E' il protettore dei cantanti, dei musicisti e dei Papi; solitamente è rappresentato con gl'abiti pontifici bianchi e oro.

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

La chiesa è aperta grazie all'appoggio dei Volontari dell'Associazione amici del Duomo in particolari eventi.

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Dom -

Info

cattedrale
Cattedrale di Vercelli
diocesi
Vercelli
tipologia edificio
Confraternite
indirizzo
via dante, 13100, vercelli, vc
mail
beni.culturali3@arcidiocesi.vc.it
web
www.arcidiocesi.vc.it

Servizi

accessibilità
parziale
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

HOSPITALE SANCTI EUSEBI

VICOLO DEGLI ALCIATI 4, VERCELLI, 13100, VC

OSTELLO

3932549109 info@amicidellaviafrancigena.vercelli.it

Leggi tutto

B&B ROSA BIANCA

CORSO A. SALAMANO 80/82, VERCELLI, 13100, VC

Bed & Breakfast

3408052277 info@bedandbreakfastrosabianca.com

Leggi tutto

OSTELLO SANTHIA' SULLA VIA FRANCIGENA

VIA MADONNETTA 4, SANTHIA', 13048, VC

OSTELLO e OSPITALE PER PELLEGRINI

3664404253 / 3336162086 info@santhiasullaviafrancigena.it

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl