Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Seminario Arcivescovile

Diocesi di Vercelli ( sec. XVI )

p.zza sant'eusebio, 13100, vercelli, vc

L’attuale istituzione del Seminario venne fondata nel 1566 presso la casa annessa a San Pietro della Ferla, per volere del card. Pietro Francesco Ferrero di rientro dal concilio di Trento (1545-1563). La stessa abitazione sarà poi abbandonata sotto l’episcopato di mons. Bonomi (1572-1579) per spostarsi nella zona a lato della cattedrale in affaccio sulla p.zza dedicata a Sant’Eusebio.
La facciata sulla piazza e il retrostante cortile con le ali annesse, vennero costruiti tra il 1842-1845 su progetto dell’architetto Caronesi in uno stile neoclassico piuttosto freddo e distaccato. Oltre questo cortile se ne apre un altro più elegante ed ampio chiuso da quattro fronti porticate su cui si affacciano, al piano superiore, deliziosi balconcini in ferro battuto; la decorazione è completata dagli elemento in stucco che adornano porte, finestre e archi. Per questa parte, realizzata a momenti alterni tra la fine del XVII secolo e il XVIII secolo, è stato fatto il nome di Filippo Juvarra, il grande architetto di casa Savoia, la quale aveva intrattenuto stretti legami con la cittadina di Vercelli fin dai tempi del Beato Duca Amedeo IX di Savoia (1469-1472).
Allo Juvarra è attribuita anche la facciata meridionale del complesso seminariale; e molti studiosi concordano che si tratti di una delle più interessanti opere dell’architetto, in pieno stile barocco “torinese” (si pensi solo a Palazzo Carignano del Guarini). Come si può osservare la facciata è realizzata interamente in cotto e, seppur incompiuta, presenta nella parte centrale accenni di quella che doveva essere la sua severa e al tempo stesso grandiosa decorazione. Nella parte centrale si aprono finestre sormontate da timpani curvilinei; mentre tutto il resto del complesso di facciata è diviso orizzontalmente in tre fasce e verticalmente da lesene bugnate.
Inoltre, nell’area antistante alla zona sud che si affaccia su via Simone da Collobiano, nel 1998 sono emerse possenti strutture murarie riferibili alle terme di epoca romana con una datazione compresa tra il I e il II secolo d.C.

Ai lavori eseguiti dal Bonomi tra 1842 e il 1845 si deve anche la costruzione della nuova cappella del palazzo dedicata come la precedente a San Carlo Borromeo. L'illustre santo, promulgatore delle regole del Concilio di Trento, attivo nella lotta contro la Riforma luterana, sarà molto legato alla città di Vercelli da rapporti spirituali e famigliari. Infatti fu cugino di Pietro Francesco Ferrero, arcivescovo di Vercelli, e tra i primi ad attuare le norme post-tridentine nella liturgia e nell'arte della sua Diocesi. Le fonti storiche attestano addirittura che in seguito alla nomina di mons. Guido Ferrero come arcivescovo di Vercelli interverrà Carlo Borromeo nel 1572 per sostituire un suo stesso cugino con mons. Bonomi, motivando tale scelta sulla base delle capacità del secondo di poter amministrare al meglio una Diocesi importante come Vercelli.
Numerosi sono le fonti storiche che attestano i rapporti tra Vercelli e San Carlo Borromeo, tra queste sono ricordate anche visite pastorali; una fra tutte porta la data del 24 settembre 1584 in cui viene citata la Diocesi ma soprattutto la cattedrale con i suoi "Disordini": vengono dunque stilati cinquantaquattro punti per garantire il giusto decoro all'edificio. Nella visita si accenna anche al rinvenimento delle spoglie di diversi santi riposti riposti nei vecchi altari, nella cripta, e nell'altar maggiore dove vi erano anche quelle di Sant'Eusebio.
San Carlo Borromeo morirà poco dopo, il 3 novembre 1584 e verrà canonizzato l' 1 novembre del 1610.

Link esterni
Approfondimenti
La Bibiloteca Agnesiana Diocesana

Sorta nel 1746 per volere di Don Giovanni Battista Morosone, in una casa attigua al territorio della chiesa di San Giuliano, la Biblioteca Agnesiana rispondeva al desiderio della società illuminista di diffondere la cultura e l’istruzione.

Lun-Dom chiuso

Il seminario rispetta gli orari di ufficio, e salvo eventi particolari non è aperto a visite guidate o altri servizi turistici.

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Dom -

Info

cattedrale
Cattedrale di Vercelli
diocesi
Vercelli
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
p.zza sant'eusebio, 13100, vercelli, vc
tel
0161.213340
web
http://www.arcidiocesi.vc.

Servizi

accessibilità
parziale
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 2017 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl