Logo-orizzontale
Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Basilica di San Maurizio

Diocesi di Pinerolo ( sec. XI; XV )

Piazzale S. Maurizio , 10064 Pinerolo (TO)

La chiesa di San Maurizio, dedicata al comandante della legione Tebea ucciso per ordine dell’imperatore Massimiano, è situtata sul colle che domina la città di Pinerolo. Le prime notizie certe della sua presenza risalgono al 1078 ma le prime vestigia possono essere ricondotte al periodo 650/700 d.c.; in seguito nel XIV viene costruito il campanile gotico (1322-1326) a tre piani con finestre bifore, semplici e doppie e trifore e due navate esterne. Con il XV secolo le notizie diventano più numerose: nel 1442 si decise per il rinnovo della chiesa, realizzando il coro e a fine secolo furono costruite le cappelle laterali esterne. Nel Cinquecento la chiesa assume l’aspetto che ancora oggi propone, presentandosi a cinque navate con pilastri cruciformi, abside poligonale e con la navata laterale sinistra assimmetrica. Negli anni successivi la chiesa subisce restauri di diversa importanza; da ricordare quelli avvenuti nel XIX secolo dove venne rivista la facciata, rifatte le coperture e demoliti i solai della navata centrale, sostituiti con tre volte. Di questa fase il nuovo impianto decorativo ad opera di Gabriele Ferrero. Si restaurò il presbiterio e l’altare; venne spostata la balaustra; si intervenne sugli altari laterali. Con la riforma liturgica l’arca della celebrazione è stata avanzata (mensa, ambone, sedi); su progetto dell'architetto Vigorelli.

Diversi sono gli altari che si incontrano nelle navate laterali, frutto della devozione popolare in una delle chiese più antiche di Pinerolo; tra questi va ricordata l’altare dedicato all’Immacolata opera di Giuseppe Rollinie e quello dedicato a San Grato con la tela pittorica che richiama l’antica Cittadella fortilizia.
Da ricordare la tela posta sull’abside raffigurante L’Ascensione di Gesù opera di Giuseppe Petrini o la tela raffigurante La Natività della Beata Vergine Maria opera di Claudio Francesco Beaumont.
Di interesse sono gli affreschi che si scorgono all’ingresso della navata principale risalenti al XV –XVI secolo di cui quello raffigurante santa Redegonda e san Germano attribubile a Jacobino Longo.
L’organo è di A. Collino.

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Dom -

Info

cattedrale
Cattedrale di Pinerolo
diocesi
Pinerolo
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
Piazzale S. Maurizio , 10064 Pinerolo (TO)

Servizi

accessibilità
parziale
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
sconosciuto
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl