Logo-orizzontale
Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Abbazia di Santa Maria (Rivalta Scrivia)

Diocesi di Tortona ( sec. XII; XV )

Viale Di Rivalta 1, 15057,Tortona, Alessandria

Il complesso di Rivalta Scrivia venne costruito fra il 1180 e la metà del 1200 e fu intitolato a Santa Maria.
Il monastero rispetta sia in pianta che in alzato i dettami della regola cistercense, sanciti da San Bernardo, che prevedeva estrema semplicità e linearità delle forme, basata sul modulo del quadrato; nucleo centrale è il chiostro su cui si sviluppano gli ambienti destinati alla vita comune dei monaci (ala dei monaci, ala conversi, cucina, refettorio ed ambienti di lavoro).
L’esterno della chiesa di Santa Maria rispecchia le caratteristiche dell’architettura romanica nella muratura in laterizi, coronata da un fregio ad archetti pensili in cotto, oggi ancora visibile nella zona del transetto, delle cappelle e nel nucleo orientale.
L’aspetto attuale della facciata si deve agli interventi della fine del XVII secolo. Il campanile si innalza all’incrocio dei bracci del transetto e risale alla seconda metà del XVI secolo.
La chiesa ha una pianta a croce latina, internamente suddivisa in tre navate: i sostegni reggono volte a crociera costolonate nella navata centrale e nel transetto, a crociera semplice nelle navate minori; il coro voltato a botte, è formato da un’abside a terminazione rettilinea affiancata su ogni lato da due cappelle a pianta rettangolare.
Il braccio destro del transetto comunica sia con la sacrestia, sia con il dormitorio dei monaci, al piano superiore, mediante una scala a doppia rampa.
Con il XIV secolo inizia per l’Abbazia un periodo di forte crisi spirituale ed economica, sino a quando nel 1478 Sisto IV non muta l’Abbazia in Commenda, favorendone una rapida ripresa economica. A testimonianza di questo periodo di “rinascita” la decorazione pittorica, eseguita dal pittore castelnovese Franceschino Boxilio, ancora visibile su alcune pareti e pilastri.

L’orientamento dell’edificio segue rigorosamente la regola liturgica antica, che prevedeva lo sviluppo della navata sull’asse est-ovest. L’altare a est, illuminato dal rosone dell’abside, perché clero e popolo potessero celebrare l’eucaristia rivolti a oriente, verso il vero “Oriens”, il sole che sorge sulle tenebre del mondo, che è Cristo.
Il portale d’ingresso a ovest, cosicché chiunque entrasse in chiesa, potesse volgere le spalle all’occidente, al tramonto, simbolo della morte, e camminare invece verso la vita che risorge in Cristo.
Sulle colonne e sulle pareti della chiesa abbaziale le immagini affrescate della Vergine e dei Santi che accompagnano il fedele verso Cristo.
Secondo la regola monastica cistercense all'interno della chiesa erano proibite le immagini, fossero esse pitture o sculture, in quanto considerate elemento di distrazione per il fedele durante la preghiera. Anche l'Abbazia di Rivalta, in rispetto a queste norme, quando venne costruita, tra il 1180 e la metà del XIII secolo, non venne arricchita di un apparato decorativo che comparve invece solo a partire dal XV secolo, segno di una cambiata devozione cristiana.
Tra i vari Santi raffigurati negli affreschi, che ancora oggi ornano le pareti della chiesa, si trovano quelli più diffusi e vicini alla cultura popolare e contadina del territorio (San Sebastiano, San Rocco, Santa Lucia, San Bernardo, San Cristoforo, San Bovo, ecc.). Un curioso soggetto, quello della “Lactatio Virginis”, è testimonanza della devozione a San Bernardo: la Vergine è rappresentata in trono col Bambino in grembo e dal suo seno sprizza una goccia di latte verso le labbra di San Bernardo inginocchiato. Si tratta di uno dei temi iconografici più curiosi, e inquietanti, che vedono protagonista Bernardo di Chiaravalle. L’allattamento simbolico del dottore mellifluo da parte della Madonna. Un fatto miracoloso, attribuitogli dopo la sua morte, che rappresenta, per così dire, l’autorizzazione suprema a predicare, l’investitura più alta.

Lun-Dom chiuso

dom 15:30 -18:30 (da aprile ad ottobre)
tutti i giorni su richiesta

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Dom -

dom 10.30

Info

cattedrale
Cattedrale di Tortona
diocesi
Tortona
tipologia edificio
Abbazie e Monasteri
indirizzo
Viale Di Rivalta 1, 15057,Tortona, Alessandria
tel
0131817150
cel
3314139598
mail
faustomiotti@libero.it
web
www.diocesitortona.it

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 2017 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl