Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa parrocchiale di S. Ambrogio

Diocesi di Biella ( sec. XV; XIX )

Piazza Vittorio Veneto 3, 13817, Sordevolo, Biella

Centro manifatturiero di lana e cotone situato sulle falde meridionali del colle S. Grato, fra boschi e frutteti, Sordevolo fu nel medioevo feudo degli Avogadro.
La fama del luogo è da attribuire alla "Passione di Cristo", solenne rappresentazione sacra che si celebra ogni cinque anni nella stagione estiva.
Dell'antica chiesa possediamo una breve descrizione: l'edificio si presentava in ben misere condizioni. Il presbiterio era ricoperto da un soffitto e la navata dal solo tetto, vi erano quattro altari laterali, una sacrestia con sufficienza di arredi, il fonte battesimale, l'altare maggiore ornato di una croce con figure in parte d'argento e in parte di rame, il SS. Sacramento conservato in un ostensorio collocato in un tabernacolo di legno, a sua volta posto in una nicchia ricavata in un muro accanto all'altare della Madonna.

La Chiesa di Sant’Ambrogio, riedificata nel XV secolo sulle rovine dell’originario edificio medievale, si presentava quindi con quattro altari laterali, dedicati a destra ai SS. Antonio e Bernardo e a S. Agata e quelli a sinistra alla Madonna con la compagnia del Rosario e a S. Giulio. Questa chiesa nel volgere di un secolo divenne troppo piccola per l'accresciuto numero della popolazione e verso il 1667 si iniziò il suo ampliamento.
Vennero demoliti il campanile e la facciata della chiesa per allungare le tre navate, che furono arricchite di decorazioni in stucco e conservarono le colonne di pietra, che furono intonacate di finto marmo.
Mastro costruttore fu Stefano De Stefanis di Graglia, che fu anche il progettista dei lavori.
La chiesa conserva un bell'altare settecentesco in marmi policromi di Francesco Olgiati (1776), altari marmorei dei Giuseppe Giudice e Francesco Colombera di Viggiù (tardo secolo XVII) e altre opere di scultura lignea.
Fu poi abbellita esternamente da fregi decorativi di Paolo Giovanni Crida, e custodisce internamente il pregiato altare marmoreo del XVIII secolo, più una balaustra dello stesso periodo, entrambi attribuiti alla medesima scuola artistica.
La chiesa venne restaurata nel XIX secolo.

Le chiese di Sordevolo, dalla Parrocchiale di Sant’Ambrogio all’Oratorio di Santa Marta, dall’Oratorio di San Grato, sull’omonimo colle, alla chiesa della Madonna delle Grazie, tutte costruite fra Cinque e Seicento, rappresentano un patrimonio artistico di rilievo.

Una lapide, murata all'interno della chiesa, posta a ricordo dei lavori di ricostruzione del 1667, attesta che anticamente la parrocchia era dedicata a S. Nicodemo e che in seguito fu dedicata a S. Ambrogio e alla Madonna. Non si dice quanto si verificò questo mutamento di titolo.
Corrisponde invece al vero che all'epoca della ricostruzione della chiesa del 1667, si aggiunse a S. Ambrogio come compatrona la Madonna Immacolata. Oltre alla lapide riportata, lo attestano numerosi documenti, tra cui un'altra lapide, murata in occasione della consacrazione della chiesa, compiuta dal primo Vescovo di Biella, mons. G.C.Viancini, nel 1779. In onore dell'Immacolata si eressa anche uno degli altari più importanti della chiesa parrocchiale.

A Sordevolo si usa ancora oggi rappresentare ogni cinque anni la Passione del Signore.
Non accade spesso di incontrare per le vie di un tranquillo paese ai piedi delle montagne gruppi di centurioni romani a cavallo, ma è frequente a Sordevolo durante il periodo di rappresentazione della Passione di Cristo.
Espressione del teatro popolare, la Passione viene messa in scena ogni 5 anni da ben due secoli, seguendo l'antico testo in endecasillabi scritto dal fiorentino Giuliano Dati nel '500.
Sono 400 gli attori che sfilano dal centro del paese fino alla scena prima di iniziare lo spettacolo. Nella cornice suggestiva del grande anfiteatro all'aperto è ricostruito un angolo della Palestina con la reggia di Erode, il palazzo di Ponzio Pilato, il Getsemani, il Golgota. Su questa scenografia, durante i tre mesi estivi, tutte le famiglie del paese - protagonisti e comparse - partecipano all'allestimento dello spettacolo.
Questo grande evento collettivo è unico nel suo genere in Italia e si ripete ogni cinque anni.
Particolarmente suggestive sono le rappresentazioni che si svolgono dal tramonto fino a notte, con effetti di luce che danno ulteriore fascino alla rappresentazione.
Per informazioni: www.passionedicristo.org

Liens externes
Approfondissements
Lun-Dom chiuso

Le site pourra être visité durant l'horaire indiqué sauf en cas de célébrations liturgiques

Lun-Sab -
Dom 08:00

Infos

cathédrale
Cattedrale di Biella
diocèses
Biella
type d'édifices
Chiese e comunità parrocchiali
adresse
Piazza Vittorio Veneto 3, 13817, Sordevolo, Biella
tél
015-2562144

Services

accessibilité
parziale
accueil
true
didactique
inconnu
accompagnement
true
bookshop
inconnu
restauration
true

OÙ DORMIR À PROXIMITÉ

B&B Verde Musica

Via Cavour 10, Borgofranco d’Ivrea, 10013, TO

Bed & Breakfast

3490835837 bbverdemusica@gmail.com

Lire tout

OSTELLO SAINT MARTIN

VIA SCHIGLIATTA 1, PONT-SAINT-MARTIN, 11026, AO

OSTELLO

0125804433 / 3472232039 info@comune.pontsaintmartin.ao.it

Lire tout

CASA PER FERIE LA STEIVA

VIA GIOVANNI FLECCHIA 99, PIVERONE, 10010, TO

OSTELLO

3397219024 ostellolasteiva@gmail.com

Lire tout

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl