Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di San Nicola da Tolentino

Diocesi di Biella ( sec. XVII; XVIII )

Costa Vernato, 13900, Biella, BI

La confraternita di S. Nicola da Tolentino eresse a Biella, nel '500, una chiesa all'angolo fra via Conciatori e via Marucca, demolita poco prima del 1960. L'attuale chiesa situata lungo la Costa del Vernato fu costruita a partire dal 1646 per essere terminata nel 1721. Il campanile fu eretto nel 1836. La chiesa è stata per oltre 300 anni un luogo di culto ma, dopo la progressiva scomparsa della confraternita, è stata chiusa nell'anno 1968. La quasi totale assenza di documentazione archivistica, dovuta ad un incendio che distrusse l'archivio (nella notte della festa del santo, nell'anno 1690) impedisce di tracciare nei dettagli la storia della confraternita e delle sue chiese. Il primo documento che cita la nuova costruzione è la visita pastorale del 1661, successivamente, a partire dal 1721 e fino al 1783 viene realizzata la facciata, piacevolmente barocca, senza troppi orpelli, su disegno dell'architetto Francesco Beltramo.

L'interno della chiesa, a navata unica con abside quadrata, contiene alcune opere d'arte di pregio, dipinti e sculture lignee, che richiedono urgenti e costosi interventi di restauro. Il coro ed il pulpito risalgono al secolo XVII e sono attribuibili ai Serpentiere ed agli Auregio Termine, due botteghe di intagliatori biellesi. Nel 1692 era già stato costruito l'altare maggiore e da quel tempo sono stati moltiplicati gli interventi di abbellimento sia sulle strutture che sull'arredamento. Nel 1860 tutto l'interno è stato decorato, in parte con affresco, ad opera di Carlo Artai di Campione.

La Confraternita nacque nel XVI secolo. I confratelli portavano una abito con cappuccio il cui colore variava a seconda del sodalizio. A Biella portarono l'abito bianco nel '500 ma all'inizio del secolo seguente vestivano di nero. L'antica usanza delle benedizione dei pani per la Festa di san Nicola da Tolentino, comune a tutte le chiese dedicate a tale santo è rimasta in vigore, a Biella, fino a pochi anni fa.

San Nicola nacque nel 1245 a Sant'Angelo in Pontano, un comune in provincia di Macerata. Eremita, taumaturgo ed esorcista è raffigurato con un sole al centro della tonaca nera, per uno dei fatti della vita del santo: si narra che un astro lucente lo seguisse continuamente nei suoi spostamenti e illuminasse la sua figura. Celebri sin dal Medioevo sono suoi "panini miracolosi" che guarivano tutti i malati. Molteplici sono i racconti della tradizione: ... Il ponte del diavolo di Tolentino è chiamato così in ricordo della leggenda secondo cui il diavolo stipulò un patto con San Nicola, dicendogli che avrebbe costruito un ponte in una sola notte in cambio dell'anima del primo essere vivente che lo avesse attraversato. Il santo accettò il patto e a costruzione ultimata benedisse il ponte. Poi, attese che si avvicinasse un cane e gettò del cibo in terra dall'altra parte del ponte, costringendo l'animale ad attraversarlo ...Durante la sua permanenza nel monastero, San Nicola era solito portare del cibo ai mendicanti in segreto dai suoi superiori, nascondendo nelle maniche della tunica il pane. Venuto a sapere dell'espediente, i frati lo bloccarono chiedendogli cosa portasse. Il santo rispose "petali di rose!" scrollando le maniche dalle quali uscirono petali di fiori. ... Durante il cammino, San Nicola era solito fermarsi a pregare in una zona di campagna. In quel punto fece sgorgare un piccolo pozzo dal quale abbeverarsi. Le fontanelle di San Nicola, come vengono chiamate oggi, secondo la tradizione smettono di sgorgare se un animale si abbevera ad esse, fino a quando non vengono nuovamente benedette dal sacerdote.

Link esterni
Approfondimenti

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Info

cattedrale
Cattedrale di Biella
diocesi
Biella
tipologia edificio
Confraternite
indirizzo
Costa Vernato, 13900, Biella, BI

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
true

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

CASA PER FERIE LA STEIVA

VIA GIOVANNI FLECCHIA 99, PIVERONE, 10010, TO

OSTELLO

3397219024 ostellolasteiva@gmail.com

Leggi tutto

B&B Verde Musica

Via Cavour 10, Borgofranco d’Ivrea, 10013, TO

Bed & Breakfast

3490835837 bbverdemusica@gmail.com

Leggi tutto

OSTELLO IVREA CANOA CLUB

VIA DORA BALTEA 1/D, IVREA, 10015, TO

OSTELLO

3280999579 info@ostelloivrea.it

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl