Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Santa Maria Maggiore (Valenza)

Diocesi di Alessandria ( sec. XVII; XIX )

Vicolo Visconti, 19, 15048 Valenza

La Chiesa di Santa Maria Maggiore di Valenza ha origini sconosciute: citata in una pergamena del 1096, una prima struttura romanica pare esistere sul sedime attuale. Negli ultimi anni del Cinquecento l'edificio era in deplorevoli condizioni, per cui nel XVII secolo si affidò la ricostruzione all'architetto di Lugano Paolo Falcone. Nel 1622 il nuovo edificio fu aperto al pubblico. La facciata attuale, sobria e neoclassica, è del Moriggi che praticò una serie di restauri nel 1890. Con l’inizio del Novecento le colonne all'interno furono rivestite in marmo, fu completato il nuovo coro, mentre le decorazioni dell' interno della chiesa erano state rifatte da Luigi Morgari e da Giorgio Boasso, fra il 1884 ed il 1887, su quelle eseguite nel 1817 dal pittore Filippo Comerio. L'interno è grandioso, a tre navate, cui si accede attraverso imponenti bussole lignee di epoca barocca. A sinistra di quella mediana si trovano i resti di quello che doveva essere un pregevole sepolcro in marmo del Trecento. Avanzando nella navata centrale, sulla sinistra vi è il pulpito con lo stemma della città di Valenza del 1700. L'altare maggiore è opera di Giacomo Pellagatta risalente al 1760. Accanto si trova il pregevole quadro della Madonna del Rosario datato al 1620, attributo a Guglielmo Caccia, detto il Moncalvo (1565-1625). Nella cantoria sud del presbiterio, in un’artistica cassa barocca del 1779, è collocato il monumentale organo costruito dai fratelli Serassi di Bergamo nel 1852. Infine, alla destra dell'altare maggiore, si può osservare un'antica palla di cannone incastonata nel luogo dove cadde mentre i fedeli erano in preghiera, testimonianza dell’assedio che nel 1635 Valenza sostenne vittoriosamente da parte di truppe francesi, piemontesi, parmensi.

Tra le opere d'arte conservate all'interno della Chiesa di Santa Maria Maggiore di Valenza spicca la pala raffigurante la Madonna del Rosario del Moncalvo (1620). Il tema è particolarmente caro al pittore monferrino, maestro dell'arte della Controriforma secondo cui la lettura dell'opera non deve avvenire attingendo a simbologie di difficile interpretazione, ma deve essere immediata e lineare. Il culto della Madonna del Carmine – detta altrimenti del Carmelo o del Rosario – ha origine dai Padri Carmelitani, ordine nato sul Monte Carmelo in Palestina. Qui, nel secolo XII, si raccolsero alcuni penitenti-pellegrini europei , fedeli al modello del profeta Elia. Costruita una chiesetta in mezzo alle celle, la dedicarono a Maria, sviluppando il senso di appartenenza alla Madonna come Signora del luogo e Patrona, e ne presero il nome, "Fratelli di Santa Maria del Monte Carmelo". L’Ordine Religioso fu riconosciuto da Innocenzo IV nel 1247 e fu inserito nella corrente degli Ordini Mendicanti. Verso il 1235 i Carmelitani dovettero abbandonare il luogo d'origine a causa delle incursioni dei saraceni che stavano riconquistando la Terra Santa, per cui ritornarono ai paesi di origine diffondendo il culto della Madonna del Carmine. La festa liturgica si celebra il 16 luglio. All’interno della chiesa, nella navata destra l'altare di San Sebastiano conserva le reliquie di San Massimo, fondatore della città. Verosimilmente, quando la popolazione di Forum Fulvii quod Valentinum scese dalle colline a costituire un nucleo urbano nel VI secolo, San Massimo avrebbe deciso l'accentramento degli abitanti nel luogo in cui si fosse posata una colomba lasciata libera, cosa che avvenne in quella località che oggi è chiamata "Colombina". L’evento è ricordato ogni ultima domenica di gennaio. Il santo patrono di Valenza è invece San Giacomo Maggiore, festeggiato il 25 luglio.

External links
Insights
Gli altari

Descrizione particolareggiata deglialtari presenti in Santa Maria Maggiore

Lun-Dom 08:00 - 12:30 15:00 - 19:00

The building may be visited at the times indicated unless a religious function is in progress

Lun-Sab 18:30
Dom 08:30 10:30 11:30 18:00

Info

cathedral
Cattedrale di Alessandria
diocese
Alessandria
type of building
Chiese e comunità parrocchiali
address
Vicolo Visconti, 19, 15048 Valenza
tel
0131-941840
mail
beniculturali@diocesialessandria.it
web
www.diocesialessandria.it

Services

accessibility
si
reception
unknown
educational
unknown
guides
unknown
bookshop
unknown
food venue
unknown

ACCOMMODATIONS NEARBY

CASA SAPPA

VIA S. GIACOMO DELLA VITTORIA 63, ALESSANDRIA, 15121, AL

Casa di accoglienza

0131252988 casasappa@fastwebnet.it

Read all

ISTITUTO MADONNA DELLE GRAZIE

VIALE DON BOSCO 40, NIZZA MONFERRATO, 14049, AT

CASA PER FERIE

01411806000 casaperferie.fmanizza@gmail.com

Read all

CASA CANONICA PARROCCHIA SS. MARTINO E STEFANO

Via Tripoli 35, SERRAVALLE SCRIVIA, 15069, AL

CASA CANONICA

014365191 parr.serravallescriv@libero.it

Read all

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl