Logo-orizzontale

Le Confraternite di Misericordia

Partendo dal tema dell’anno giubilare della Misericordia 2016 il percorso coinvolge alcune Confraternite della Diocesi di Tortona divenute per l'occasione sedi espositive temporanee e luoghi di racconti sulle loro origini come prime dispensatrici di opere di misericordia.

Via della Chiesa 1, 15052, Casalnoceto, Alessandria

L'Oratorio di San Rocco è il monumento più significativo presente in Casalnoceto. E' stato recentemente restaurato in maniera accurata dalla Confraternita della SS. Trinità che ne è proprietaria.
L'edificio, ricavato dall'angolo di sud ovest della rocca viscontea costruita nell'ultimo quarto del sec. XIV, conserva quasi intatte le sue caratteristiche strutturali originali con una parte absidale in corrispondenza della torre angolare ed un corpo principale che si sviluppa in forma grosso modo triangolare.

Nei dintorni

Santuario della Fogliata. La valle Staffora con le località turistiche di Salice Terme e Varzi, famosa per il suo salame.
Lungo la strada, provenendo da Tortona si trova la pieve romanica di Santa Maria di Viguzzolo.

Via Seminario 7

Aperto nel 2014 nell'ex Seminario vescovile, si distribuisce su due dei tre lati della corte interna, il percorso museale si snoda su tre livelli attraverso un itinerario tematico e cronologico. Tra i beni esposti un trittico del Macrino d'Alba, Felice Giani, Moncalvo ed alcune opere provenienti dalla Confraternita della Misericordia di Novi Ligure, una del pittore David, protetto della famiglia Durazzo.

Nei dintorni

Oratori delle confraternite di San Rocco e San Carlo, la Cattedrale e per gli amanti dell'arte pittorica dell''800/900 il Museo del Divisionismo. Santuario della Madonna della Guardia di Tortona, dove si custodisce il corpo di San Luigi Orione.

Via Carlo Varese 44, 15057, Tortona, Alessandria

La chiesa comunemente denominata "Oratorio di San Carlo" è in realtà intitolata ai Santi Sebastiano e Carlo e sorge in una della vie più antiche della città, là dove l'odierna via Carlo Varese incrocia via Padre Michele da Carbonara.
La costruzione dell'oratorio fu voluta dalla "Confraternita dei Ss. Sebastiano e Rocco", sorta nella prima metà del Cinquecento presso la vicina chiesa di San Matteo e aggregata all'arciconfraternita di Santa Maria del Gonfalone di Roma nel 1581. Al suo interno si possono ammirare la statua lignea processionale dell'Assunta, realizzata nel 1851-52 da Luigi Montecucco di Gavi Ligure e una pala raffigurante la Madonna in trono col Bambino tra i Santi Sebastiano e Rocco del pittore Cortonese Scipione Crespi.

Nei dintorni

La Cattedrale e per gli amanti dell'arte pittorica dell''800/900 il Museo del Divisionismo.

Piazza San Rocco – 15057 Tortona (AL)

L’Oratorio di San Rocco fu fatto costruire dalla “Confraternita della Misericordia”, che risulta citata per la prima volta in un documento del 1534. Compito di questa Confraternita era l’assistenza ai carcerati e ai condannati a morte: i confratelli dovevano recarsi in prigione nei tre giorni che precedevano l’esecuzione per dare loro assistenza e sostegno, quindi nel giorno stabilito li accompagnavano al luogo del patibolo e infine si prendevano cura della loro sepoltura.

Nei dintorni

Santuario della Madonna della Guardia di Tortona, dove si custodisce il corpo di San Luigi Orione.

Via Cesare Giulio Abba, 28, 15067 Novi Ligure Alessandria

La Basilica della Maddalena in Novi Ligure venne edificata tra il XV ed il XVI scolo, per volontà della Compagnia dei Disciplinati della Maddalena, ristrutturatasi agli inizi del '600 nella Confraternita di Santa Maria Maddalena e del Santissimo Crocefisso.
Al suo interno il grandioso complesso ligneo del Calvario. Realizzato da artisti fiamminghi verso la fine del Cinquecento, il gruppo scultoreo comprende 21 figure umane e due cavalli a grandezza naturale.

Nei dintorni

L'oratorio si trova in pieno centro storico caratterizzato da palazzi con facciate dipinte e la strette vie d'impronta ligure. A Novi si trova anche il Museo dei Campinissimi, meta d'interesse per gli amanti del ciclismo.

Via Gramsci 39, 15067, Novi Ligure, Alessandria

L'oratorio di Santa Maria della Misericordia presenta oggi un aspetto settecentesco, ma le preesistenze risalgono verosimilmente ad epoche precedenti, tra la fine del XV secolo e i primi anni del XVI. L'oratorio era la sede della Confraternita Orazione e Morte che aveva come compito quello di dare sepoltura a coloro che non potevano essere tumulati nei cimiteri consacrati. Le cronache raccontano di stanze e cunicoli che custodiscono decine di scheletri di suicidi, vagabondi e sconosciuti che trovavano sepoltura proprio nei suoi sotterranei.

Nei dintorni

L'oratorio si trova in pieno centro storico caratterizzato da palazzi con facciate dipinte e la strette vie d'impronta ligure. A Novi si trova anche il Museo dei Campinissimi, meta d'interesse per gli amanti del ciclismo.

Piazza Bianchi,1,15069, Serravalle Scrivia, AL

L'oratorio della Madonna Assunta è sede dell'Arciconfraternita della Beata Vergine del Gonfalone, la più antica Confraternita serrevallese. L'oratorio è comunemente chiamato "dei Bianchi" per il colore delle vesti usate dai confratelli durante le funzioni religiose e sorge sull'omonima piazza Bianchi.

Nei dintorni

L'Oratorio dei Rossi, sede di confraternitam e tappa del percorso "Le Confraternite di Misericordia"

Via Umberto I 26, 15060 Rocchetta Ligure (AL)

Il museo d’Arte Sacra delle Valli Borbera e Spinti è ospitato nel palazzo Spinola di Rocchetta Ligure, dimora signorile voluta da Napoleone IV Spinola attorno alla metà del XVII secolo, si trova al piano nobile in due delle quattro sale che si affacciano sul salone centrale.
Al suo interno opere da tutta la Valle.

Nei dintorni

La chiesa di Sant'Antonio si trova davanti al museo, al suo interno sono custoditi i crocifissi processionali ancora oggi utilizzati dalla Confraternite locali, alcuni pesano 120 kg!

© 2013 2017 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl