Logo-orizzontale

Antiche Pievi nel Tortonese

Il percorso delle pievi che si propone porta alla scoperta di alcuni importati edifici pievani della Diocesi di Tortona. Partendo da Viguzzolo l'itinerario si sviluppa lungo tutta la Valle del Curone caratterizzata da piccoli borghi e da splendidi paesaggi, frutteti e boschi si alternano sino alle alture dei monti che compongono questa valle, parte importante della Comunità Montana. Le tappe previste sono la Pieve di Viguzzolo, Volpedo e Fabbrica Curone.

Largo Caduti per la Patria, 15058, Viguzzolo, AL

La pieve di Santa Maria è una costruzione romanica risalente al XI secolo. Nella pieve è conservato un crocifisso ligneo di scuola piemontese-lombarda risalente alla metà del XVI secolo, il Cristo, recentemente restaurato, ha la particolarità di avere il capo movibile che ruota su di un perno di legno infisso nel collo, in origine nascosto da barba e capelli veri.

Nei dintorni

Da Viguzzolo si può procedere in direzione Caldirola e percorrendo la Valle Curone visitare le altre due pievi di Volpedo e di Fabbrica Curone.

Via Cornaggia, 15059, Volpedo, AL

La pieve di Volpedo è citata per la prima volta in un documento del 965 conservato nell'Archivio Capitolare di Tortona.
L’attuale edificio, che sorge nel luogo in cui preesisteva , forse fin dal V–VI secolo, un’antica chiesa battesimale, è stato fondato nel X secolo e presenta una struttura semplice in mattoni e ciottoli di fiume. La muratura originaria si conserva in corrispondenza dell'abside e, per brevi tratti, delle pareti laterali; le restanti parti risalgono ad una ricostruzione probabilmente quattrocentesca.
All’interno, una cultura figurativa locale di alto livello è documentata da un ciclo di affreschi databili alla seconda metà del XV secolo e ai primissimi anni del XVI.

Nei dintorni

Volpedo è uno dei borghi più Belli d'Italia, qui è possibile visitare lo studio Museo del pittore divisionista Giuseppe Pellizza da Volpedo e la bella pieve di San Pietro. Continuando a percorrere la Valle del Curone meritano una tappa San Sebastiano Curone, con la sua parrocchiale e le antiche botteghe artigiane, e Guardamonte per la posizione panoramica e il sito archeologico.

Via Roma 54, 15054 Fabbrica Curone, AL

La struttura della Pieve di Santa Maria è totalmente in pietra, con pianta longitudinale, è caratterizzata dalla presenza di un protiro in facciata, anch’esso in pietra, realizzato intorno al 1881. Sopra il portale d’ingresso si trova una preziosa lunetta, decorata a basso rilievo, uno dei pochi elementi decorativi dell’originaria struttura pievana. Al suo interno si trova un interessante crocifisso del XVIII secolo. Posto in origine nella navata destra della chiesa, ora è collocato sopra l'altare maggiore.

Nei dintorni

Nelle vicinanze di Fabbrica, in direzione di Varzi, si trova il Tempio della Fraternità, a Cella di Varzi, qui sono raccolti numerosi cimeli bellici. Proseguendo sulla statale si incontrano le località turistiche di Bruggi e Caldirola. Possibilità di escursioni per gli amanti della natura sui Monti Chiappo, Ebro e Giarolo. Dopo Fabbrica Curone è inoltre possibile svallare verso la Valle Borbera, passando da Pallavicino e da Borgo Adorno, in quest'ultimo centro abitato si segnala il bel castello Medievale di proprietà privata. Se si raggiunge la Valle Borbera, a Rocchetta Ligure, è visitabile il Museo d'Arte Sacra della Diocesi di Tortona (aperto nel mese di agosto).

© 2013 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl