Logo-orizzontale

Chiesa parrocchiale di San Pietro in Trobaso

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII; XVIII )

La chiesa di San Pietro fu eretta nel Seicento sull’impianto di una preesistente chiesa romanica. Numerosi gli affreschi, gli arredi e gli stucchi in stile barocco realizzati tra Cinquecento e Seicento.

Leggi tutto

Chiesa parrocchiale Maria Vergine Assunta

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVI; XVIII )

Il monumentale edificio sorge a sud dell’abitato,costruito su una cappella cimiteriale dell’XI secolo. All'interno opere di Sperindio Cagnoli, Tanzio da Varallo. Di notevole interesse lo Scuoro di S. Alessandro opera di Alessandro Antonelli.

Leggi tutto

Confraternita di Sant'Antonio Abate

Diocesi di Vercelli ( sec. XV )

A pochissimi passi dal centro storico di Vercelli, sorge lunga la vietta omonima la piccola chiesa di Sant'Antonio preceduta da un piccolo porticato medievale con la pittoresca cancellata.

Leggi tutto

Maria Vergine Assunta

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII; XVIII )

La chiesa parrocchiale di Scopello è una delle più scenografiche della valle. Un primo edificio venne costruito intorno al ‘400, e ampliato in fasi successive per poi assumere le forme attuali durante l’ultima campagna del 1720.

Leggi tutto

Musei della Canonica del Duomo di Novara

Diocesi di Novara

I Musei della Canonica del Duomo di Novara sono allestiti nelle maniche est, nord e ovest del Quadriportico medievale della Canonica del Duomo. Nei Musei sono conservati manufatti e documenti che, a partire dal sec. V, arrivano sino al sec. XX.

Leggi tutto

Museo d'Arte Religiosa Padre Mozzetti

Diocesi di Novara

Il museo ha sede nella chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo apostoli, realizzata nel 1858 su progetto di Alessandro Antonelli. Esso esiste dal 1970 e venne istituito da padre Augusto Mozzetti.

Leggi tutto

Museo parrocchiale di Campertogno

Diocesi di Novara

Adiacente alla monumentale chiesa di Campertogno è ben distribuito in accoglienti sale espositive dell’edificio parrocchiale il Museo della Parrocchia, realizzato per volontà del compianto parroco don Pier Cesare De Vecchi, illuminata figura di sacerdote.

Leggi tutto

Natività di Maria Vergine

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII; XVIII )

La chiesa fu edificata nel 1671. La chiesa attuale ha tre navate con due cappelle laterali e cinque altari.

Leggi tutto

Oratorio dei Rossi (Serravalle Scrivia)

Diocesi di Tortona ( sec. XVI; XVIII; XIX )

L’oratorio della Santissima Trinità e di San Giovanni Battista in Serravalle Scrivia è sede dell’omonima Confraternita. L’appellativo deriva dal colore dell’abito rosso che i confratelli indossano durante le funzioni religiose.

Leggi tutto

Oratorio di San Giovanni Battista in Cravegna

Diocesi di Novara ( sec. XIV; XVI; XVII )

Sorto poco dopo la metà del 1600. Slanciato e luminoso, una volta arricchita di pregevoli decorazioni pittoriche, sede di una antica Confraternita, devota di S. Giovanni.

Leggi tutto

Sacro Monte di Graglia

Diocesi di Biella ( sec. XVII; XIX )

La realizzazione del grandioso progetto iniziale ipotizzato dal parroco don Nicolao Velotti prevedeva l’articolarsi della “Nuova Gerusalemme”, a imitazione dei luoghi santi della Palestina.

Leggi tutto

Sacro Monte di Orta

Diocesi di Novara ( sec. XVI; XVII )

Il Sacro Monte, posto su un’altura a fianco del lago d’Orta, è considerato tra i più importanti luoghi di devozione francescana in Piemonte, unico per la particolare dedicazione.

Leggi tutto

Affetti e visioni. Arte e Controriforma

Affetti_e_visioni_arte_e_controriforma

L’estasi è il simbolo di questa impostazione artistica (celebre la Santa Teresa del Bernini a Roma). La Controriforma e il concilio tridentino sorgono dalla necessità di riconquistare vaste zone di territorio europeo interessate dalla Riforma. La Propaganda Fidae favorì quello che era un movimento autonomo dell’arte del tardo Rinascimento. Caravaggio dimunisce la distanza fra umili e divino: il contadino dai “piedi sporchi” si avvicina semplicemente alla fede. Il Barocco, quello poi esploso nel 1630, mette a disposizione tutta la sua capacità persuasiva nella rappresentazione degli affetti e dei sentimenti. La Controriforma e il Barocco avevano capito che l’uomo è mosso dalle passioni e che il popolo vive di simboli. Saranno gli artisti, tecnici della persuasione, ad offrire una strordinaria biblia pauperum.

Filtra i risultati

Azzera

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl