Logo-orizzontale

Cattedrale di Santa Maria del Bosco

Diocesi di Cuneo ( sec. XVII; XIX )

La chiesa divenne una delle più importanti parrocchie della città dopo l'erezione della Diocesi di Mondovì nel 1388. Lungo il corso del XVII secolo subì degli interventi fino a diventare nel 1817, con l'istituzione della diocesi, cattedrale.

Leggi tutto

Cattedrale di San Donato in Pinerolo

Diocesi di Pinerolo ( sec. X; XV; XIX )

Monumento simbolo dell'architettura ecclesiastica pinerolese, situato nel cuore del centro storico medievale della Città.

Leggi tutto

Cattedrale di San Lorenzo

Diocesi di Alba ( sec. VI; XIX )

Il settore absidale ospita uno splendido coro ligneo del 1512 e la pala d’altare con S. Lorenzo realizzata dal pittore Claudio Francesco Beaumont nel 1766. La cattedrale ha subito un radicale restauro neogotco nell'Ottocento.

Leggi tutto

Cattedrale di Santo Stefano

Diocesi di Biella ( sec. III; XVIII; XIX )

Il 20 marzo 1402 iniziò la ricostruzione della chiesa sul sedime di quella medievale, ad opera di mastro Giovanni Borri. Fu più volte rimaneggiata, sino all'edificazione dell'attuale facciata eclettica.

Leggi tutto

Chiesa di Santa Giulia Vergine e Martire

Diocesi di Torino ( sec. II )

La facciata è tripartita, con tre rosoni. Interno a croce latina con tre navate. La visita alla chiesa parrocchiale di Santa Giulia Vergine e Martire è gestita dall’Associazione culturale Carlo Tancredi e Giulia di Barolo.

Leggi tutto

Museo Diocesano di Pinerolo

Diocesi di Pinerolo

Storia, culto e bellezza: così si può sintetizzare il Museo Diocesano di Pinerolo.

Leggi tutto

Eclettismo per la città e il territorio

Ecclettismo_per_la_citta_e_il_territorio

L’altro grande stile piemontese è l’Eclettismo, non in quanto autoctono essendo stile eminentemente internazionale, ma in ragione degli esiti formali di squisita ideazione ed esecuzione in area subalpina. E’ poi lo stile del nuovo Regno d’Italia, mescolanza di Rinascimento e Barocco che darà luogo all’Umbertino. Il neogotico è privilegiato per le chiese, specie, come ad Alba e Pinerolo, se corrisponde alla forma primitiva degli edifici, secondo prassi dell'epoca pesantemente restaurati e quasi ricostruiti. Torino fa la parte del leone ma nel territorio sussistono casi di grande interesse artistico. Come l’opera dell’architetto Schellino a Dogliani, singolare figura d’artista isolato ma dalla grande immaginazione, che imbastisce edifici mescolando gotico a classico.

Filtra i risultati

Azzera

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl