Logo-orizzontale
Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa parrocchiale di San Giovanni Vincenzo

Diocesi di Susa ( sec. XVIII )

p.za San Giovanni Vincenzo 2, 10057 Sant'Ambrogio di Torino (TO)

La chiesa parrocchiale di San Giovanni Vincenzo sorse probabilmente nell'XI secolo per volere degli abati di San Michele della Chiusa, monastero da cui rimase dipendente fino all'istituzione della Diocesi di Susa nel 1772. L'attuale edificio è frutto di una pressoché completa riedificazione intervenuta nella seconda metà degli anni Cinquanta del XVIII secolo su progetto del Vittone. L'unica testimonianza ancora oggi visibile dell'antica struttura è costituita dal massiccio campanile, più volte rimaneggiato nel corso del tempo.
Accanto al campanile, la facciata in laterizio a vista è impreziosita da un profilo concavo coronato da un timpano triangolare. All'interno, la navata unica si conclude con un'abside poligonale e presenta decorazioni di natura fitomorfa e medaglioni realizzati da Luigi Morgari ad inizio Novecento.
Tra gli arredi custoditi nella parrocchiale di San Giovanni Vincenzo si segnalano l'antica urna reliquiario del Santo titolare della chiesa, eremita morto nel 1002 e annoverato tra i fondatori dell'abbazia di San Michele della Chiusa (attuale Sacra di San Michele). Notevoli anche le opere pittoriche presenti nella chiesa: la pala dell'altare maggiore, attribuita a Michele Antonio Milocco (Madonna col Bambino e i SS. Ambrogio e Giovanni Vincenzo); la pala della Madonna del Rosario e Santi Domenicani (opera di G.D. Molinari del 1782); la Via Crucis opera di Vittorio Amedeo Rapous, pittore di corte (1783); l'Apostolato opera di Agostino Verani (1774-75); la pala della Madonna del Rosario, già attribuita a Bernardino Lanino, recante integrazioni (cornice e misteri) databili per via documentaria tra il 1621 e il 1625

San Giovanni Vincenzo, arcivescovo di Ravenna, si ritirò come eremita sul monte Caprasio sul finire del X secolo. E' annoverato come uno dei fondatori della Sacra di San Michele insieme a Ugo di Montboissier, al marchese e al vescovo di Torino.
Secondo la tradizione le reliquie del santo avrebbero dovuto essere traslate nella chiesa abbaziale di San Michele della Chiusa (la Sacra), ma la mula che le trasportava, una volta giunta a Sant'Ambrogio di Torino, si rifiutò di proseguire. Tale situazione fu interpretata come un segno miracoloso della volontà divina affinché il corpo del santo fosse custodito a Sant'Ambrogio.
Ancora oggi il 21 novembre si celebra la festa patronale di San Giovanni Vincenzo, con la processione delle reliquie e l'intervento della locale Società della Badia

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

Aperta tutti i Giorni.

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Dom -

Domenica h. 11.00

Info

cattedrale
Cattedrale di Susa
diocesi
Susa
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
p.za San Giovanni Vincenzo 2, 10057 Sant'Ambrogio di Torino (TO)
tel
011/939132
web
www.vallesusa-tesori.it

Servizi

accessibilità
parziale
accoglienza
sconosciuto
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl