Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa della Santissima Annunziata e San Vincenzo

Diocesi di Torino ( sec. XVII; XVIII; XVIII )

Via San Domenico 24, 12035, Racconigi, CN

Nei secoli, la storia della chiesa di San Domenico è strettamente legata a quella della racconigese, Caterina Mattei. Secondo la tradizione, nel 1491, in concomitanza con la Pentecoste, Caterina a soli cinque anni vede apparire la Vergine vestita di un abito bianco e nero, chiaro richiamo all’ordine domenicano, ad annunciarle che un giorno avrebbe indossato quell’abito per mano dei frati predicatori.
In effetti, su volontà dei Savoia Acaja, nel 1506 i Domenicani arrivano da Saluzzo a Racconigi, determinando la costruzione di un convento e di una chiesa dedicata alla Santissima Annunziata e a San Vincenzo Ferrer, oggi meglio nota come San Domenico.
La predizione della Vergine a Caterina bambina trova compimento nel 1514 quando, a ventotto anni, nella chiesa domenicana alla presenza di Claudio di Savoia, di dignitari ed ecclesiastici, riceve dalle mani del Padre Superiore l’abito del Terz’Ordine della Penitenza di San Domenico.
All’infuriare della peste di metà Cinquecento la cittadinanza si vota alla beata Mattei, dedicandole poi come ringraziamento una cappella votiva e un altare nella chiesa domenicana (tutt’oggi visibile), quale memoria della promessa del Consiglio della Città.
Nel 1604 l’edificio originario risulta di piccole dimensioni, tanto da essere abbattuto e e ricostruito nella forma attuale. Tra il 1756 ed il 1774 l’interno è affrescato dai pittori Antonio Pozzo e Gallo Barelli. Durante l’età napoleonica diviene temporaneamente un magazzino militare. Recenti interventi di restauro stanno riconsegnando a San Domenico l’antica magnificenza.
L’esterno presenta in facciata un affresco raffigurante l’Annunciazione, richiamo alla dedicazione dell’edificio. L’interno, d’imponenti dimensioni, è scandito da preziose cappelle e dalla mirabile cupola affrescata con la Gloria di San Domenico e della beata Caterina coi quattro papi domenicani (beato Innocenzo V, beato Benedetto XI, San Pio V, venerabile Benedetto XIII).
Tra le cappelle laterali, la più cara ai fedeli è quella dedicata alla Madonna del Santo Rosario. Fortemente voluta dalla beata Caterina è ornata da una statua in legno che sormonta l’altare, circondata dai quindici Misteri del Rosario e da due tavoline dipinte su rame che illustrano la vita della beata a Racconigi. La statua della Madonna veniva un tempo collocata su un trono e portata in processione nel mese di ottobre.

La beata Margherita di Savoia: una presenza sabauda in San Domenico

Tra i molti santi e sante legate all’ordine domenicano presenti in chiesa, vi è anche la beata Margherita di Savoia (Pinerolo 1390 - Alba 1464).
Conosciuta con l’appellativo di “grande”, figlia di Amedeo di Savoia, principe di Acaja, rimase presto senza genitori, passando con la sorella Malide sotto la tutela dello zio Ludovico. Per porre fine alle lunghe discordie tra Piemonte e Monferrato, Ludovico la promise in sposa - a soli tredici anni - a Teodoro II Paleologo, marchese di Monferrato. Margherita acconsentì nonostante, su consiglio del suo padre confessore san Vincenzo Ferrer, avesse già in animo di prendere i voti.
Mirabile modello di sposa cristiana nell’adempimento dei doveri di Stato, alla morte del marito si ritirò nel palazzo di Alba, dove con l’approvazione di papa Eugenio IV, fondò il monastero di Santa Maria Maddalena. Vestita dell’abito del Terz’Ordine domenicano, abbracciò la Regola delle monache. I suoi biografi ne ricordano la pietà, nutrita da una costante meditazione sulle lettere di santa Caterina da Siena, l'assidua adorazione, l’umiltà e la pazienza.
Il suo emblema, come appare anche nella statua di Racconigi, è dato da tre frecce: una a rappresentare il silenzio, una la preghiera e una la penitenza. Talvolta è presente anche una corona deposta a terra.

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Ven 08:00 - 12:00
Sab 14:30 - 18:00
Dom chiuso

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Ven -
Sab 16:30
Dom -

Sabato e prefestivi: Santa Messa ore 16.30

Info

cattedrale
Cattedrale di Torino
diocesi
Torino
tipologia edificio
Abbazie e Monasteri
indirizzo
Via San Domenico 24, 12035, Racconigi, CN
cel
349.6721931 (Associazione San Domenico)
mail
sandomenicoracconigi@libero.it

Servizi

accessibilità
parziale
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

B&B CASALE

CORSO REGINA ELENA 1, RACCONIGI, 12035, TO

Bed & Breakfast

017286479 / 3488823238 giulianna@bbcasale.com

Leggi tutto

CASA MARIA REGINA – CASA PER FERIE DI MASSANO ANDREINA

VIA GRISELDA 37/38, SALUZZO, 12037, CN

CASA PER FERIE

3477786507 andreina.massano@gmail.com

Leggi tutto

MONASTERO SS.MA ANNUNZIATA

VIA DELL’ANNUNZIATA 1 30, FOSSANO, 12045, CN

FORESTERIA PER RITIRI SPIRITUALI

017260879 benedettinefossano@alice.it

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl