Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Santissima Trinità (Pecetto di Valenza)

Diocesi di Alessandria ( sec. XVIII; XX )

Via Tripoli, 41 - 15040 Pecetto di Valenza AL, Italy

La chiesa fu costruita nel 1765 su precedenti fondazioni di probabile datazione al tardo gotico, e le pareti interne erano intonacate e imbiancate Verso la fine del secondo conflitto mondiale il priore rag. Felice Sassi decise di promuovere un intervento all’interno del tempio per decorarlo in adeguato modo affidando l’incarico al pittore alessandrino Gianni Patrone, che propose un progetto di abbellimento orientato su temi floreali per la volta della chiesa ed i contorni delle finestre, mentre per l’abside elaborò il pensiero suggerito dal prevosto Robutti, inteso a rappresentare nello specchio centrale della parete del coro, la Santissima Trinità che incorona la Beata Vergine Maria; a destra il Santo Vescovo Biagio mentre opera il miracolo di guarigione di un fanciullo che è retto sulle braccia dalla madre ed a sinistra, il Santo protettore della chiesa, Sebastiano in atto di subire il martirio. Quest’ultimo dipinto è tratto ed ispirato dalla famosa opera del Sodoma.
L’edificio appare ancor oggi a pianta mistilinea con aula rettangolare illuminata da cinque finestre, presbiterio e abside semicircolare, nel quale catino è collocato l’altare maggiore in laterizio intonacato, eseguito su impianto tridentino con mensa e alzate laterali che stringono il tabernacolo centrale. La sagoma dell’altare è di disegno barocco. Sul retro di questo è collocato il coro ligneo di arte indigena, con doppia fila di seggi e badalone centrale fisso. La facciata è in mattoni a vista, con sagoma tipica del barocco piemontese assai ben modellata, dotata di apertura centrale alla quale si accede da una scalinata che in origine era in cotto e sagomata secondo il profilo di base della facciata medesima ma che negli anni ’60 del XX secolo è stata rifatta in pietra di luserna con pianta a linea diritta e formata su disegno rettangolare ancorché per un lato appoggiato alla facciata sagomata. Il campanile posto “in cornu Evangeli” si alza indipendente dall’edificio sacro sempre su sagoma barocca e termina con la cella campanaria che ospita cinque campane, ed una guglia a pianta ottagonale culminante con la croce.

Verso la fine secolo XIX (1878) al lato sinistro dell’aula, in prossimità del presbiterio, è stata aperta una cappella semicircolare che ospita la riproduzione della Grotta di Massabielle realizzata in pietra e le statue lignee della B.V. di Lourdes e di Santa Bernadette. Un tempo questo singolare spazio che risulta essere il primo realizzato nella diocesi di Alessandria, in onore della Madonna apparsa sui Pirenei nel 1858, era chiuso da una cancellata in ferro battuto poi eliminata nei restauri eseguiti in occasione del primo centenario dell’apparizione nel 1958. La cappella è dotata di un semplice altare in marmo realizzato, in sostituzione di quello precedente in laterizio intonacato, nel 1960 ad opera del marmista Alfredo Como di Alessandria su disegno del geometra Angelo Emanuelli.
Il protettore della chiesa è San Sebastiano, il cui culto ha resistito ai millenni, ed è tuttora molto vivo. San Sebastiano fu sepolto nelle catacombe che ne hanno preso il nome. Il suo martirio avvenne sotto Diocleziano. Secondo i racconti della sua vita sarebbe stato un cavaliere valsosi dell'amicizia con l'imperatore per recare soccorso ai cristiani incarcerati e condotti al supplizio. Avrebbe fatto anche opera missionaria convertendo soldati e prigionieri.

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

Per informazioni telefonare al numero 0131-512239

Lun-Dom chiuso

Per informazioni telefonare al numero 0131-512239

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Dom -

Per informazioni telefonare al numero 0131-512239

Info

cattedrale
Cattedrale di Alessandria
diocesi
Alessandria
tipologia edificio
Chiese e comunità parrocchiali
indirizzo
Via Tripoli, 41 - 15040 Pecetto di Valenza AL, Italy
tel
0131-512239
mail
beniculturali@diocesialessandria.it

Servizi

accessibilità
parziale
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

DOVE DORMIRE NELLE VICINANZE

CASA SAPPA

VIA S. GIACOMO DELLA VITTORIA 63, ALESSANDRIA, 15121, AL

Casa di accoglienza

0131252988 casasappa@fastwebnet.it

Leggi tutto

CASA CANONICA PARROCCHIA SS. MARTINO E STEFANO

Via Tripoli 35, SERRAVALLE SCRIVIA, 15069, AL

CASA CANONICA

014365191 parr.serravallescriv@libero.it

Leggi tutto

ISTITUTO MADONNA DELLE GRAZIE

VIALE DON BOSCO 40, NIZZA MONFERRATO, 14049, AT

CASA PER FERIE

01411806000 casaperferie.fmanizza@gmail.com

Leggi tutto

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl