Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Sistema Museale Diocesano

Diocesi di Susa

via Mazzini 1, 10059 Susa (TO)

Il Sistema Museale Diocesano è composto dal Museo Diocesano di Arte Sacra di Susa e da altre quattro sedi dislocate sul territorio a Melezet (Bardonecchia), Novalesa, Giaglione e San Giorio di Susa. Questa scelta gestionale è stata dettata dal desiderio di valorizzare le opere d’arte della Valle, senza sottrarre alle comunità locali il proprio patrimonio artistico. A Susa, nel complesso edilizio adiacente all’antica chiesa della Madonna del Ponte, si articola il Museo Diocesano di Arte Sacra, sede centrale del Sistema Museale. L’area espositiva attuale occupa una superficie di circa 900 metri quadrati, nei quali sono dislocate le sale espositive, un’area multimediale e interattiva, il bookshop, sale per conferenze e piccoli convegni. Le collezioni del Museo comprendono gli oggetti d’arte più preziosi e significativi appartenenti al Tesoro della Cattedrale di San Giusto e al Tesoro della Chiesa della Madonna del Ponte, affiancati dalle oreficerie, dalla statuaria lignea e lapidea e dai tessuti provenienti da varie zone della Valle di Susa.
Il Museo di Arte Religiosa Alpina di Melezet nasce dalla necessità di custodire gli oggetti d’arte più importanti delle parrocchie della conca di Bardonecchia ed espone statuaria lignea, oreficeria, dipinti e tessili datati dal XV al XX sec.
Il Museo di Arte Religiosa Alpina di Novalesa è ospitato nei locali della cappella della Confraternita del SS. Sacramento, adiacenti alla parrocchiale di Santo Stefano, collocata nel cuore del paese. Il Museo è nato allo scopo di conservare e valorizzare le numerose ed importantissime testimonianze artistiche, alcune delle quali sono significative a livello europeo, ospitate nella parrocchiale di Novalesa.
Il Museo di Arte Religiosa Alpina di Giaglione è ospitato nei locali adiacenti alla parrocchiale di San Vincenzo Martire. L’esposizione museale raccoglie le testimonianze artistiche di maggior pregio provenienti da numerosi siti presenti sul territorio di Giaglione; in particolare, è notevole la raccolta di statuaria lignea del XVII secolo opera della scuola dei Clappier.
La sede di San Giorio di Susa è costituita dalla cappella di San Lorenzo (detta del Conte), con affreschi datati al 1328-1330.

Le collezioni ospitate dal Museo Diocesano di Arte Sacra di Susa coprono un arco cronologico che va dall’epoca tardo antica fino all’età contemporanea. Tra di esse spicca il Tesoro della Cattedrale di San Giusto, che comprende: un reliquiario in osso di manifattura barbarica (VII secolo), i picchiotti dell’antico portale di San Giusto (terzo decennio del XII secolo), la croce processionale di Johannes Bos (1370 circa). La collezione di oreficerie ha invece come protagonista il Trittico del Rocciamelone, fatto realizzare nelle Fiandre dall’astigiano Bonifacio Roero nel 1358 e da lui collocato sulla vetta del Rocciamelone per adempiere ad un voto. Da segnalare la collezione di sculture: alle rare e raffinate testimonianze lapidee, tutte databili tra il XIV e il XV secolo, si affiancano numerose opere in legno, come la Maestà di Villar Focchiardo (inizio XIII secolo), l’Ancona della Losa (1420-30 c.a) e le opere del Maestro della Madonna di Savoulx e del Maestro della Messa di San Gregorio, attivi a cavallo tra ‘400 e ‘500. Meritano un accenno le collezioni di tessili, con manufatti realizzati tra il XV e il XX secolo, e quelle pittoriche, dove alla tavola dell’Incoronazione della Vergine realizzata da un seguace di Defendente Ferrari nel 1510-20, si affiancano alcune tele del ‘600 e del ‘700. La sede di Melezet ospita opere di argenteria, statuaria lignea, dipinti e paramenti provenienti dalle parrocchiali vicine e collocabili tra il XV e il XX secolo; anche qui spiccano le opere delle scuole scultoree dell'alta Valle di Susa attive tra la fine del XV e l'inizio del XVI secolo. Le collezioni del Museo di Novalesa ospitano un’interessante rassegna di oggetti d’arte che interessano diverse epoche storiche, a partire dal periodo romano, longobardo, carolingio e napoleonico; qui il percorso è integrato dalla visita all'adiacente parrocchiale di S. Stefano, custode di numerosi capolavori d'arte. Il Museo di Giaglione ospita invece una rilevante collezione di statuaria lignea alpina datata dal XV al XX secolo, opera di prestigiose scuole di intaglio della Maurienne. La sede di San Giorio infine, offre un ciclo affrescato di appassionante profondità teologica, dedicato alle storie di San Lorenzo e alla vita di Cristo. Straordinaria l'immagine della cavalcata dei Tre vivi e dei tre morti.

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

MUSEO DIOCESANO (Susa)
1 luglio - 31 agosto → Domenica - lunedì 15-18.30 - Martedì -sabato, 9.30-12; 15-18.30
1 settembre - 30 giugno → Sabato e domenica 14,30-18
Durante l’anno visite guidate su richiesta. Su prenotazione per gruppi e scuole.

MUSEO DI ARTE RELIGIOSA ALPINA (Melezet, Bardonecchia)
Luglio: 22-23-29-30 → orario 15.30-17.30.
Agosto: giorni 5-6-12-13-14-16-17-18-19-20-26-27 → orario 15.30-17.30.
Durante l’anno visite guidate su richiesta solo mattino e sera.
Su prenotazione per gruppi e scuole.

MUSEO DI ARTE RELIGIOSA ALPINA (Novalesa)
Agosto: prime tre domeniche: 15-18 • Durante l’anno visite guidate su richiesta.
Su prenotazione per gruppi e scuole.

MUSEO DI ARTE RELIGIOSA ALPINA (Giaglione)
Apertura solo su richiesta.

CAPPELLA DI SAN LORENZO O DEL CONTE (San Giorio di Susa)
Aprile - ottobre domenica: 15.30-18.30
Durante l’anno apertura e visite su prenotazione.

Info

cattedrale
Cattedrale di Susa
diocesi
Susa
tipologia edificio
Musei ecclesiastici
indirizzo
via Mazzini 1, 10059 Susa (TO)
tel
0122/622640
mail
museo@centroculturalediocesano.it
web
www.centroculturalediocesa

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
true
accompagnamento
true
bookshop
true
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 2017 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl