Logo-orizzontale
Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa Parrocchiale di San Gregorio Magno (Savoulx)

Diocesi di Susa ( sec. XV )

frazione Savoulx, 10056 Oulx (TO)

La parrocchiale è edificata su una grossa massa rocciosa panoramica, isolata dall’insediamento abitato. La sua costruzione iniziò nel 1451, anno in cui la comunità si separò dal territorio parrocchiale di Oulx, dove utilizzava per le proprie funzioni la chiesa di San Pietro alla Prevostura, e fu completata nel 1454. L’edificio ha mantenuto nel complesso la struttura originaria, fatto salvo per un rifacimento dell’area absidale datato 1662. L’edificio, al cui sagrato si accede attraverso un piccolo portale in pietra con lunetta affrescata, presenta una facciata a capanna arricchita dal portale lapideo recante le iniziali del santo patrono e la data 1532, al di sopra del quale è collocata una lunetta con l’affresco della Pietà. L’elemento che maggiormente caratterizza la chiesa al suo esterno è però sicuramente l’aguzzo campanile in stile romanico delfinale. Esso fu costruito probabilmente pochi anni dopo la chiesa. L’edificio ha mantenuto all’interno una certa omogeneità di stile, con prevalenza di stilemi tardo gotici. La struttura si presenta con un impianto a due navate coperte da volte a crociera ogivali costolonate, corredate da catene lignee. Un grande pilastro polilobato regge l’arcone che separa i campi della navata maggiore, mentre colonne in pietra con capitelli scolpiti reggono le due corrispondenti campate della navata minore.
L’altare maggiore, con il ricco retable ligneo dorato, è assegnato alla mano di Jacques Jesse di Embrun in anni prossimi al 1662. Notevole anche l’imponente cantoria, risalente invece al 1555, e il badalone seicentesco. Da segnalare anche l’acquasantiera lapidea (1545) con il giglio e il delfino di Francia: la vasca presenta sulla base una serie di decorazioni (figurine umane, motivi araldici) di difficile lettura per il degrado della pietra. All'interno della chiesa si notano sei capitelli figurati, con tracce di policromia, databili all'epoca della sua costruzione. I capitelli presentano visi umani fortemente caratterizzati (ad esempio, la testa di moro con le labbra molto sporgenti e un curioso turbante) e decorazioni naturalistiche (in particolare foglie d'acanto). I recenti interventi di restauro hanno riportato alla luce nella navatella sinistra un ciclo affrescato del secondo decennio del ‘500 attribuito al Maestro di Savoulx, il quale fu influenzato dagli stilemi del cosiddetto Maestro della Ramats, raffigurante le Storie di Sant’Antonio abate, Santa Caterina, Dio Padre e le Storie della Vergine.

Anche a Savoulx, come in altri borghi della Valle di Susa, è importante la devozione per Sant'Antonio abate, protettore delle greggi, la cui vita è narrata dal ciclo affrescato presente sopra l'altare della navatella laterale sinistra

Link esterni
Approfondimenti
Lun-Dom chiuso

Visite guidate su prenotazione

Il bene sarà visitabile negli orari indicati salvo celebrazioni liturgiche

Lun-Dom -

Domenica h. 9.45

Info

cattedrale
Cattedrale di Susa
diocesi
Susa
tipologia edificio
Antiche cappelle
indirizzo
frazione Savoulx, 10056 Oulx (TO)
tel
0122/622640
mail
museo@centroculturalediocesano.it
web
www.vallesusa-tesori.it

Servizi

accessibilità
si
accoglienza
true
didattica
sconosciuto
accompagnamento
true
bookshop
sconosciuto
punto ristoro
sconosciuto

© 2013 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl