Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di San Michele

Diocesi di Fossano ( sec. XVIII )

centallo

La Chiesa di San Michele in Centallo venne costruita all'inizio del XVIII secolo. Nulla rimane dell'antica pieve che si trovava al di fuori delle antiche mura, a nord-est del paese. Nell'anno 1597 dovette abbandonare il titolo di parrocchia: infatti vennero riunificate le tre parrocchie in quella di San Giovanni. La ricostruzione della chiesa si deve alla devozione della popolazione per l'immagine della Vergine delle Grazie, che si trova all'interno della Chiesa. Questo culto mariano è cresciuto nel corso del XVII secolo, tanto che nel 1677 la chiesa è intitolata alla Madonna SS.ma delle Grazie detta di San Michele.
La nuova chiesa rivolta a sud presenta una struttura a croce greca, poco leggibile all'esterno per la costruzione nell'anno 1834 della casa canonica e nel 1864 dell'asilo. La facciata unisce elementi neoclassici come il timpano triangolare sopra il portale ad elementi tardo barocchi.
Internamente l'edificio a croce greca è caratterizzato dalla presenza di due cappelle laterali. La cappella laterale di destra è intitolata alla Madonna delle Grazie, mentre quella di sinistra a Sant'Antonio Abate. L'altare della cappella dedicata alla Madonna delle Grazie è decorato in stucco marmorizzato ed è caratterizzato dall'affresco della Madonna con Bambino ad opera del Maestro d'Elva, Hans Clemer. La cappella dedicata a Sant'Antonio Abate ha un altare in stucco dipinto a finto marmo e due statue in stucco raffiguranti la Fede con la croce in mano e la Speranza con l'ancora. La pala d'altare raffigurante il Santo è riconducibile alla fine del XIX - inizio XX secolo.
L'altare maggiore in marmo è stato costruito nell'anno 1913 insieme alle balaustre del presbiterio e delle due cappelle laterali.

Dall'antica pieve di San Michele è sopravvissuto il dipinto murale della Madonna col Bambino, collocato nella cappella a destra dell'ingresso. La grazia contadina della Vergine, dai dolci occhioni verdi e dalle lunghe ciglia nere, deve aver intenerito i centallesi e quando ad inizio Settecento si trattò di abbattere i muri fatiscenti e rovinati dall'incuria e dalle guerre, nessuno ebbe il coraggio di ridurre in polvere questa Madonna che con naturale tenerezza trattiene il gracile Bambino distratto dalla pera che ha in mano.
Nel Seicento venne dipinta intorno all'immagine una corona d'alloro sostenuta da due angeli e nel Settecento, per darle maggiore risalto si fece scolpire la cornice lignea dorata che la circonda.
La Madonna fu dipinta dal maestro d'Elva, Hans Clemer, attivo per il marchese di Saluzzo Ludovico II dal 1496 al primo decennio del 1500. La sua firma è inconfondibile: un contornare nervoso, tagliente ed energico, un disegno sicuro.
Il dipinto ha dimensioni molto ridotte e questo esclude che si potesse trattare di una Madonna in trono, anche perchè la Vergine, non tiene il gracile Bambino seduto sul grembo ma lo porta teneramente a sè come volesse mostrarlo e presentarlo ai devoti e ai donatori che probabilmente affollavano la scena ai lati o al di sotto dell'immagine. Non poteva trattarsi della raffigurazione dell'Ostentazione del Bambino Benedicente perchè Gesù è dipinto mentre gioca con una pera. I frutti nell'iconografia cristiana, sono sempre raffigurati allo scopo di evidenziare i diversi aspetti del mistero della redenzione e la pera è associata alle dolcezze della maternità, Cristo è il dolce frutto di Maria. Dietro l'immagine della Madonna il pittore non dipinge un trono ma una cortina orizzontale broccata d'oro con disegni di fiori e foglie di cardo, trattenuta agli angoli come suggeriscono le pieghe, da angeli o santi.

Liens externes
Approfondissements
Lun-Ven chiuso
Sab-Dom 16:00 - 18:00

Le site pourra être visité durant l'horaire indiqué sauf en cas de célébrations liturgiques

Infos

cathédrale
Cattedrale di Fossano
diocèses
Fossano
type d'édifices
Antiche cappelle
adresse
centallo
email
arte@diocesifossano.org

Services

accessibilité
parziale
accueil
true
didactique
inconnu
accompagnement
true
bookshop
inconnu
restauration
inconnu

OÙ DORMIR À PROXIMITÉ

CASA PASCAL D’ILLONZA

VIA DEL VILLAR SAN COSTANZO 5, CUNEO – SAN PIETRO DEL GALLO , 12100, CN

casa per ferie dedicata a esercizi spirituali guidati

0171682223 / 3287241116 casaesercizi@diocesicuneo.it

Lire tout

MONASTERO SS.MA ANNUNZIATA

VIA DELL’ANNUNZIATA 1 30, FOSSANO, 12045, CN

FORESTERIA PER RITIRI SPIRITUALI

017260879 benedettinefossano@alice.it

Lire tout

CASA MARIA REGINA – CASA PER FERIE DI MASSANO ANDREINA

VIA GRISELDA 37/38, SALUZZO, 12037, CN

CASA PER FERIE

3477786507 andreina.massano@gmail.com

Lire tout

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl