Logo-orizzontale
Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Pieve di S. Maria

Diocesi di Alba ( sec. X )

Via la Pieve 22, 12074, Cortemilia, CN

Splendido edificio di impianto romanico, la cui esistenza è già attestata dal X secolo, accoglie il visitatore che superi il torrente Uzzone verso Monte Uliveto con le austere murature in pietra arenaria, impreziosite da semplici decori.
La massiccia torre campanaria scandita da monofore e da registri sovrapposti di archetti pensili ciechi si impone per l’austera maestosità sul fianco destro dell’edificio. Da segnalare, in quanto immediatamente visibile a chi si accosti all’edificio giungendo dalla stradina di accesso, è la duecentesca abside, ornata da una teoria di archetti pensili sostenuti da mensoline con motivi zoomorfi, fitomorfi e figurati. Il repertorio in origine ricco e complesso è solo parzialmente sopravvissuto all’erosione e al tempo. Si individuano ancora palmette, sirene, animali ed elementi antropomorfi che animano la rigorosa tessitura in pietre perfettamente squadrate.
Di particolare rilievo è la facciata, insieme eterogeneo di elementi decorativi riconducibili ad epoche diverse. Infatti l’impianto romanico risulta arricchito, nel corso del XIII secolo, da un’elegante bifora ogivale dotata di strombatura e capitelli con motivi vegetali coronata da una lunetta con il simbolo solare della ruota a sei raggi. Sempre in facciata si trova un bassorilievo del 1585 in marmo bianco che riproduce l’effigie della Madonna della Misericordia, venerata nel Santuario di Savona. Un elemento arcaico, di difficile datazione a causa del cattivo stato di conservazione, è la figura umana che sovrasta la lunetta del portale.
L’interno, ormai privo degli arredi, subì notevoli e radicali trasformazioni in ambito controriformistico. Conserva tuttavia un’originale lastra a bassorilievo, possibile pluteo dell’originario apprestamento liturgico.

La pieve di S. Maria presenta una remota titolazione mariana e questa devozione, pur non essendo suffragata dal ricordo di eventi miracolosi legati al sito, è riscontrabile anche nella più antica testimonianza scultorea presente nel sacro edificio.
La pieve ospita, infatti, un singolare bassorilievo di datazione incerta, variamente ascritto dagli studiosi ad un’epoca posta tra l’VIII e il XII secolo.
La lastra in pietra arenaria presenta una struttura triangolare: sotto tre arcate trovano posto, in centro, la Vergine con Gesù Bambino affiancata da due personaggi nimbati non identificabili con precisione e, ai vertici, due piccole figure di monaci poste sotto altrettanti campaniletti con copertura a cuspide e aperture a bifora; nel vertice superiore campeggia la mano di Dio Benedicente inscritta in un triangolo; la rimanente superficie è occupata da elementi decorativi vegetali e simboli astrali, quali croci uncinate e stelle a dieci o dodici punte.
La ieratica Madonna, figura dominante per posizione e dimensioni, viene ritratta frontalmente con il capo coronato, seduta in trono, a ricordarne la regalità, con un giglio nella mano sinistra, simbolo di purezza e in atto di reggere con la destra il Figlio seduto in grembo. Il personaggio sotto l’arcata sinistra viene identificato con S. Giovanni Battista per l’aspetto giovanile ed il bastone, il cui culto è sempre stato molto diffuso anche nell’area di Cortemilia.

Liens externes
Approfondissements

Le site pourra être visité durant l'horaire indiqué sauf en cas de célébrations liturgiques

Infos

cathédrale
Cattedrale di Alba
diocèses
Alba
type d'édifices
Pievi
adresse
Via la Pieve 22, 12074, Cortemilia, CN
tél
0173 81081
email
parrocchiecortemilia@tiscali.it

Services

accessibilité
no
accueil
inconnu
didactique
inconnu
accompagnement
inconnu
bookshop
inconnu
restauration
inconnu

© 2013 2017 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl