Logo-orizzontale
Icon-chiese-a-porte-aperte Chiese a porte aperte Facebook Share Twitter Tweet il mio itinerario ?

Chiesa di San Francesco

Diocesi di Casale Monferrato ( sec. XIII; XVII; XX )

piazza S. Francesco, 14036 Moncalvo (AT)

La Chiesa Parrocchiale di San Francesco d’Assisi sorge all’estremità sud-est dell’abitato, su un rilievo detto Monteguardo o Belvedere. Fu edificata dai Minori Conventuali forse nel 1272, con l’aiuto di Guglielmo VII, Marchese del Monferrato. Nel 1644 buona parte della chiesa era crollata e fu ricostruita conservando il coro secondo il progetto del frate Vincenzo Rovere. Nella seconda meta del XVIII secolo furono rifatti gli altari laterali e nel 1783 divenne parrocchiale definitiva. L’attuale facciata fu realizzata nel 1932 su progetto dell’architetto Vittorio Mesturino, che riprese i disegni antichi. Essa è a due ordini, di cui quello inferiore è diviso da lesene in tre parti, ciascuna con una porta sormontata da una statua: al centro l'Immacolata con due angeli; a destra S.Francesco; a sinistra S.Antonio da Padova. Radicali restauri furono operati nel 1943-44. Le parti più antiche presentano caratteri stilistici del XIV secolo; vi corrispondono le tre absidi, la sacrestia con l’attiguo piccolo chiostro e parte del campanile, quest’ultimo alto 45 metri. L’interno, di ampie dimensioni (m 57x23 e m 19 di altezza), e suddiviso in tre navate divise da cinque colonne per parte. Di Mario Micheletti sono gli affreschi rappresentati il Cantico delle Creature nella cupola centrale e le Storie della Salvezza nell'abside; allo stesso artista si devono le stazioni della Via Crucis su tavola poste sui pilastri centrali. Sul soffitto del presbiterio si trovano stucchi di fine XVI secolo, mentre l'altare maggiore fu costruito nel 1774 sul sito del primitivo sepolcro dei marchesi del Monferrato. Notevoli sono il coro semicircolare in noce e la balaustra marmorea finemente lavorata. Le cappelle laterali custodiscono opere del Moncalvo, tra le quali le tele raffiguranti il Martirio di S.Orsola e l’Adorazione dei Magi e l’ affresco il riposo di San Rocco. Di Orsola Caccia sono invece i dipinti Natività del Battista e Cristo coronato di spine. In capo alla navata destra c'è la cappella dell'Immacolata, con due tele di Orsola Caccia raffiguranti S. Antonino martire, e la Sacra Famiglia con S. Orsola; nella nicchia centrale è collocata una statua dell'Immacolata, qui portata nel 1882. In sacrestia si conservano mobili intagliati e varie tele, tra cui Madonna in trono col Bambino e i SS. Martino e Rocco” di Bartolomeo Bonone, S. Luca nello studio, di Orsola Caccia (il volto del santo sarebbe un ritratto del padre) e Cristo nel deserto servito dagli angeli, di Guglielmo e Orsola.

La chiesa è intitolata a San Francesco poichè annessa dall’origine all'attiguo convento francescano (frati minori conventuali). Fra i diversi spunti devozionali collegati al Poverello si ricordano la tela dell’Allegoria francescana di Guglielmo Caccia (1593) dove san Francesco è attorniato da sei Angeli e da sei Santi. Al centro, una fanciulla (rappresentazione allegorica del Terz'Ordine) riceve i cordigli per i Terziari, qui rappresentati da una schiera di persone; la tela della Morte di San Francesco: è rappresentata la cella del Santo il quale è adagiato sul letto, con lo sguardo rivolto al cielo, rapito dalla visione di un angelo che suona la lira. Sotto l'altare della cappella dell'Immacolata è conservata la reliquia di sant'Antonino martire, qui traslata nel 1622 dal convento di san Bernardino, Nel presbiterio si trova una lapide per ricordare le sepolture, in questa chiesa, di due marchesi di Monferrato, Guglielmo Paleologo (morto nel 1400) e Teodoro II Paleologo (morto nel 1418), e di due cardinali, Ottone della famiglia marchionale degli Aleramici (morto nel 1251) e Teodoro Paleologo (morto intorno al 1480). La cappella al fondo della navata sinistra è dedicata a sant'Antonio di Padova, venerato nei secoli dai moncalvesi. Nel 1628, essendoci pericolo di pestilenza, qui tutta la comunità di Moncalvo fece voto al santo: da allora ogni anno, il 13 giugno, in san Francesco, si celebra la messa solenne del voto. Sotto la tela del Miracolo della mula si trova una lapide, collocata per iniziativa di Gabriele Capello, a ricordo di Guglielmo Caccia, che si pensa sia stato sepolto in questa cappella nel 1625, nel sepolcreto dei confratelli della compagnia di sant'Antonio alla quale il pittore apparteneva.

External links
Insights
Lun-Ven chiuso
Sab-Dom 09:00 - 12:00 14:00 - 18:00

Se si vuole visitare il bene in altri orari rivolgersi al parroco, don Giorgio 3333859432 o a Andrea 3200989626 per fissare un appuntamento.
E' possibile realizzare anche visite guidate a pagamento sulle tele di Gugliemo e Orsola Maddalena Caccia.

The building may be visited at the times indicated unless a religious function is in progress

Lun-Sab -
Dom 11:00

Info

cathedral
Cattedrale di Casale Monferrato
diocese
Casale Monferrato
type of building
Chiese e comunità parrocchiali
address
piazza S. Francesco, 14036 Moncalvo (AT)
tel
0141917450
cel
3333859432, 3200989626
mail
jorgeber@libero.it

Services

accessibility
parziale
reception
unknown
educational
unknown
guides
true
bookshop
unknown
food venue
unknown

ACCOMMODATIONS NEARBY

CARMELO “MATER UNITATIS”

REGIONE VILLA PUZZI 1, MONTIGLIO MONFERRATO , 14026, AT

FORESTERIA

0141994055

Read all

ISTITUTO BERNARDI SEMERIA - CENTRO ACCOGLIENZA GIOVANI

COLLE DON BOSCO, FRAZIONE MORIALDO 30, CASTELNUOVO DON BOSCO, 14022, AT

OSTELLO

0119877111 info@colledonbosco.it

Read all

CASA del PELLEGRINO

VIA S. GIOVANNI BOSCO 30, VILLANOVA d'ASTI, 14100, AT

CASA PER FERIEc

0141948447 cdelpellegrino.villanova@gmail.com

Read all

© 2013 2019 cittaecattedrali.it - Applicazione web e design Showbyte srl